Tempo di lettura: 2 minuti

Padernello, Brescia. A settembre le sere sono già immuni dall’afa che scalda l’estate della Bassa, tra le mura del castello di Padernello, ingioiellato dal suo fossato, l’atmosfera si fa ancora più magica per accogliere le Note blu di Padernello Jazz.

Dal 2014, l’insolito binomio tra il magnifico Castello di Padernello, nella Bassa Bresciana, e lo swing ha conquistato centinaia di appassionati del jazz. La rassegna, in collaborazione con Cieli Vibranti, ha ospitato grandi nomi del panorama musicale italiano e progetti speciali, dal trio alla big band.

Anche quest’anno approfittando delle serate preautunnali nel cortile del castello due appuntamenti con la musica per l’ottava edizione della rassegna jazz:

venerdì 3 settembre alle ore 20,45 sul palcoscenico M.C. Qartet feat Denia Ridley. Con Denia Ridley ci saranno Diego Frabetti tromba, Emiliano Pintori organo, Carmelo Tartamella chitarra e Michele Carletti batteria.

Nata a Panama Denia Ridley è cresciuta fin dalla prima infanzia negli U.S.A, ha vissuto prima in Texas, dove a partire dagli anni ottanta ha cominciato ad esibirsi con importanti nomi del panorama jazz e poi a New York, città in cui ha maturato e consacrato il suo talento. Denia si ispira allo stile di Nancy Wilson, Dinah Washington, Billie Holiday ed Ella Fitzgerald. Ha numerose collaborazioni all’attivo con artisti di fama internazionale. Il suo repertorio coglie spunti nella tradizione della canzone americana, nel musical di Broadway e nella ‘song’ più classica. Denia ha partecipato nel corso degli anni a numerosi festival internazionali e si è esibita nei più importanti jazz club europei e americani.

Venerdì 10 settembre alle ore 20,45 Jazz on Beethoven. Inseguendo questa suggestione, l’associazione Cieli Vibranti di Brescia ha deciso di celebrare il 250° anniversario della nascita di Beethoven, lo scorso 16 dicembre, commissionando un disco a un talentuoso pianista jazz di origini bergamasche e studi bresciani, Giovanni Colombo, che ha arrangiato nove capolavori del Titano – le tracce sono dieci, ma un brano recupera l’arrangiamento della Patetica realizzato da Hiromi Uehara per l’album “Voices” del 2011 – per un trio che lo vede al fianco del batterista Luca Bongiovanni e del bassista Marco Esposito.

È obbligatorio essere muniti della Certificazione verde COVID-19 (Green Pass), in formato digitale oppure cartaceo; in mancanza di tale documento, non sarà consentita la partecipazione all’evento. È obbligatorio essere muniti di mascherina.