Schilpario, Bergamo. “Aspettando Acoustic Val di Scalve” è il titolo di una serata di musica che si svolgerà venerdì 7 agosto a Schilpario in località Paghere, con inizio alle ore 21. A causa della pandemia e dell’incertezza che ci ha accompagnato fino a pochi giorni fa circa le norme e le precauzioni da prendere in occasione di eventi aperti al pubblico per contrastare eventuali altri contagi, non si è potuta organizzare la terza edizione di Acoustic Val di Scalve, evento che richiede alcuni mesi di preparazione e vede normalmente l’intervento anche di musicisti stranieri.

Ma, nella convinzione che la cultura non merita di essere l’ultima a “riaprire” e che tutti noi abbiamo un gran bisogno di nutrire il nostro spirito e di continuare a crescere nell’arte e nella bellezza, gli organizzatori hanno deciso di non cancellare completamente questa occasione di ascoltare musica di qualità. Così, anche per tener vivo l’interesse per Acoustic Val di Scalve, che ha riscosso grande successo nelle passate edizioni, hanno programmato in collaborazione con Atiesse, l’azienda turistica locale, un concerto chitarristico che richiama nello spirito e nello stile quelli del festival e che si svolgerà venerdì a Schilpario in località Paghere.

Il palco che ospiterà i musicisti sarà costituito da un ponticello di legno che si affaccia su di un grande prato, dove verranno sistemate le sedie per il pubblico, opportunamente distanziate secondo le norme anticovid. L’ingresso è gratuito e, in caso di pioggia o maltempo, l’evento si svolgerà presso il Cinema-Teatro Prealpi di Schilpario.
Nel primo tempo del concerto saranno sul palco Giorgio Cordini (bouzouki e chitarra) e Reno Brandoni (chitarra), che si esibiranno sia in duo che singolarmente, proponendo brani strumentali di loro composizione e alcune canzoni tratte dal repertorio della canzone d’autore.

Giorgio Cordini è stato per otto anni chitarrista di Fabrizio De André e si è dedicato, in particolare negli ultimi anni, allo studio del bouzouki, strumento greco che è stato largamente utilizzato da De André e Mauro Pagani in diversi lavori del cantautore genovese. Reno Brandoni, chitarrista acustico che ha suonato per anni con grandi dello strumento a sei corde come Stefan Grossman e Duke Baker, più recentemente ha pubblicato diversi libri dedicati a personaggi illustri del mondo della musica e ha realizzato un importante portale dedicato alla chitarra acustica, www.fingerpicking.net .

Nel secondo set si esibirà Luca Pirozzi, chitarrista e leader del gruppo “Musica da Ripostiglio”, che lo scorso anno si è esibito nella seconda edizione di Acoustic Val di Scalve, affascinando il pubblico con un concerto effervescente e intenso. Luca Pirozzi è specializzato nel “manouche”, genere musicale tipico delle band gitane. Questo stile trae origine dal chitarrista Django Reinhardt, che ne è considerato ideatore e massimo esponente. Luca proporrà, oltre a brani che esegue abitualmente con il gruppo “Musica da Ripostiglio”, anche canzoni note, riproposte in versione originale, assolutamente insolita.