Tempo di lettura: 3 minuti

Sarà il blu, il colore della pace, ad avvolgere e accompagnare cittadini e visitatori di
Rovereto il prossimo fine settimana.

Dal 1948 il 24 ottobre si celebra la Giornata delle Nazioni Unite per commemorare l’entrata in vigore della Carta delle Nazioni Unite nel 1945, e in occasione dei 75 anni da questa data memorabile, lo scorso anno, è stata inaugurata a Rovereto la Notte Blu.

L’appuntamento allora è per il 23 e 24 ottobre, quandola città della Pace e i suoi musei si accenderanno per una notte di aperture straordinarie e un weekend di trekking urbani, laboratori e visite guidate. E mai come in questo momento storico, afflitto da guerre, conflitti e tensioni sociali, c’è bisogno di ricordare il senso di questa celebrazione: un inno all’unità e alla pace che parte proprio dai luoghi dove la cultura è custodita e aspetta solo di essere riscoperta.

Fontana Rosmini -credits Archivio fotografico Apt Rovereto e Vallagarina – foto di Graziano Galvagni
Fontana Rosmini -credits Archivio fotografico Apt Rovereto e Vallagarina – foto di Graziano Galvagni

“I percorsi e le visite saranno nel pieno rispetto delle norme anti-Covid: i musei registrano
già tantissime prenotazioni”, ricorda il presidente dell’Apt Rovereto, Vallagarina, Monte
Baldo Giulio Prosser. E sottolinea l’ottimo funzionamento del distretto culturale di
Rovereto: “Ben il 75% dei turisti si muove per le visite culturali e questi turisti hanno una
capacità di spesa superiore del 30%.

Per questo anche quest’anno la “Notte blu” si preannuncia come un grande successo. L’evento è un momento corale per tutta la città, un segnale di unità e pace lanciato da tutti i musei insieme, attraverso il colore blu che regalerà un colpo d’occhio suggestivo e indimenticabile ai visitatori. Ed è anche un’occasione importantissima per promuovere i musei cittadini in sinergia”.

Sabato 23 ottobre i musei rimarranno aperti fino a tarda sera e si potranno visitare con un
biglietto unico, la NotteBluCard, acquistabile online e presso gli uffici dell’Apt Rovereto
Vallagarina Monte Baldo, che organizza e coordina l’iniziativa in sinergia con il Comune di
Rovereto e con il supporto di Dolomiti Energia. La validità è di 48 ore, il costo è di 15 euro
per gli adulti, gratis per gli under 18.

La Campana dei Caduti sarà aperta in via straordinaria fino a mezzanotte. Sul Colle di
Miravalle sono previste proiezioni di alcuni articoli della Carta delle Nazioni Unite e della
dichiarazione Universale dei Diritti Umani, oltre a frasi pronunciate da Premi Nobel per la
Pace.

Teatro Zandonai Rovereto -credits Archivio fotografico Apt Rovereto e Vallagarina – foto di Graziano Galvagni
Teatro Zandonai Rovereto -credits Archivio fotografico Apt Rovereto e Vallagarina – foto di Graziano Galvagni

Saranno protagoniste anche le mostre temporanee aperte fino alle 23 al Mart, che
propone due speciali visite guidate a “Depero New Depero” (ore 21) e “Il falso nell’arte.
Alceo Dossena e la scultura italiana nel Rinascimento” (ore 22), le nuovissime
esposizioni dell’autunno.

Presso l’Area Educazione sarà inoltre possibile partecipare al workshop “Le lettere della pace”, per sperimentare composizioni basate su pattern colorati creati con diverse tecniche che fanno da sfondo alle lettere della parola “pace”.

La prenotazione di tutte le attività è obbligatoria scrivendo a [email protected] o
telefonando allo 0464 454135-108 entro le 12 di venerdì 22 ottobre.

Anche la Casa d’Arte Futurista Depero e il Museo della Città resteranno aperti fino alle
23. Nella sede di Via Calcinari, la Fondazione Museo Civico propone tre visite guidate alla
mostra “C’era una volta la peste: Venezia e Rovereto” (ore 20, 21 e 22). La
prenotazione è obbligatoria scrivendo a [email protected] o telefonando allo 0464
452800 entro le 17 di venerdì 22 ottobre.

Il Museo Storico Italiano della Guerra rimarrà aperto fino alle 21. Nell’arco della giornata saranno proposte delle visite animate per famiglie dal titolo “Un salto nel passato” (ore 11, 14.30 e 16.30). Alle 17.30 e alle 19 c’è la visita guidata a tema “Il Museo e i suoi cento anni di storia”. La prenotazione delle attività è obbligatoria scrivendo a [email protected] o telefonando allo 0464 488041 entro le 16 di venerdì 22/10.

Alle 20 e alle 22 sono in programma due trekking culturali notturni in città con ritrovo sotto il porticato di Palazzo del Ben – Conti d’Arco in Piazza Rosmini e ingresso finale al Teatro Zandonai, il primo teatro del Trentino.

E domenica 24 ottobre, in occasione del 76° anniversario delle Nazioni Unite, è in
programma un trekking della pace con partenza alle 10 da Palazzo del Podestà e arrivo
alla Campana dei caduti in tempo per assistere ai cento rintocchi di Pace di mezzogiorno.
Info e dettagli su visitrovereto.it e sui portali dei musei che aderiscono all’iniziativa.