Tempo di lettura: 2 minuti

Villastrada di Dosolo (Mantova) – Prosegue a ritmo serrato la stagione del piccolo ma grazioso Teatro Sociale di Villastrada. Il prossimo appuntamento è per sabato 10 novembre, alle ore 21.00, con lo spettacolo “Notte Chopiniana“, un viaggio musicale attraverso le creazioni del compositore polacco Fryderyk Chopin, faro del romanticismo europeo. Al pianoforte Marco Tariello.

Il giovanissimo Marco Tariello – nato nel 1998 a Borgo Virgilio, alle porte di Mantova – inizia lo studio del pianoforte già all’età di cinque anni e prosegue gli studi presso l’Accademia Pianistica di Mantova con il M° Leonardo Zunica. Nel 2016 si diploma con il massimo dei voti, la lode e la menzione presso il Conservatorio di musica F.E. Dall’Abaco di Verona nella classe di Adriano Ambrosini.

Da sempre allievo dell’Accademia pianistica di Mantova partecipa alle attività didattiche seguendo le masterclass con Boris Petrushansky e Lovro Pogorelich. Fin da giovanissimo si è imposto in concorsi pianistici nazionali ed internazionali vincendo nel 2010 e nel 2014 il 1° premio al Concorso Internazionale Giovani Musicisti “Premio Antonio Salieri” di Legnago (Verona); nel 2011 ha ottenuto il 1° premio al Concorso Strumentistico Nazionale “Città di Giussano” (Monza Brianza); sia nel 2014 che nel 2015 il 1° premio al Concorso Nazionale “Città di Bardolino” e, negli stessi anni, il 1° premio assoluto al Concorso Internazionale “Giuseppe Acerbi” (Mantova); nel 2015 il 1° premio al Concorso Internazionale Pianistico “Premio D. Scarlatti” di Carpenedolo (Brescia).

Altri riconoscimenti includono le borse di studio per meriti “Terenzio Zardini“ e il Premio Rotary Club Verona Nord. Nel 2016 ho ottenuto il primo premio nella sua categoria presso Virtuoso Piano Competition di Londra, debuttando alla Elgar Room della Royal Albert Hall insieme a pianisti e musicisti provenienti da tutto il mondo.


Nel 1910, ad opera di 30 soci, venne costruito il Teatro Sociale di Villastrada composto dalla platea, 32 palchi ed il loggione. Il teatro venne inaugurato il 27 aprile con “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini e da allora funzionò fino dopo la seconda guerra mondiale: opere, operette, commedie, balletti, prosa, etc venivano rappresentate a favore di un bacino di circa 15-20.000 persone.

Recitarono in questo teatro Gino Cervi e Delia Scala (sfollata a Villastrada).

Dal 1950 al 1963 venne adibito a cinema e poi chiuso completamente in quanto non vi fu la disponibilità dei condomini di affrontare le spese necessarie alla messa in sicurezza del luogo.

Nel 1995 Lauro Gozzi, su sollecitazione del maestro Pietro Anselmi, raccoglie l’impegnativa sfida del restauro del teatro e il 28 novembre fonda l’Associazione Teatro Sociale di Villastrada, con il compito di riportare il Teatro all’antico splendore.

Seguono anni di incertezze e problemi. Nel 2008, grazie ad un lascito di Pietro Anselmi, iniziano i lavori di restauro e il 15 ottobre 2011 c’è finalmente l’inaugurazione del nuovo Teatro con il concerto del Corpo Filarmonico “Giuseppe Verdi” di Dosolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *