Tempo di lettura: 2 minuti

Edolo, Val Camonica, Brescia. Si chiama MEETmeTONIGHT è la Notte Europea dei Ricercatori, l’appuntamento annuale che si propone di diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca tra i cittadini di tutte le età attraverso eventi e iniziative divertenti e stimolanti.
Anche quest’anno le varie Sedi Universitarie e Centri di Ricerca di tutta Europa parteciperanno all’evento “MEETmeTONIGHT”, appuntamento annuale che si propone di diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca tra i cittadini di tutte le età attraverso eventi e iniziative divertenti e stimolanti.

In Val Camonica l’università della Montagna di Edolo proporrà attività teorico-pratiche libere e aperte al pubblico di ogni età per promuovere i lavori che si svolgono in questo polo universitario e sensibilizzare le persone verso la ricerca scientifica e le potenzialità che offre la montagna. MEETmeTONIGHT

Le attività che si svolgeranno venerdì 25 settembre presso la sede dell’Università della Montagna a Edolo, in via Morino 8, dalle ore 16.00 alle ore 22.00 saranno le seguenti:

• corso di foraging base, raccogliere e cucinare i cibi spontanei – dalle ore 16.00 alle 18.00
Il corso, curato dalla Dott.ssa Valeria Margherita Mosca, propone attività teoriche e pratiche inerenti il “foraging” ovvero la raccolta di erbe selvatiche e la preparazione di cibi spontanei. Ai partecipanti verranno fornite le nozioni base per riconoscere, raccogliere e cucinare le principali erbe che crescono negli ambienti di montagna. L’attività prevede un’uscita in campo (si raccomanda abbigliamento adeguato) nei dintorni della struttura universitaria di Edolo. Ad ogni partecipante verrà fornita una piccola dispensa, una borsa raccoglitore in tela e il materiale per la raccolta.zafferano

• zafferano: il giallo e le sue forme – dalle ore 18.00 alle 20.00
L’attività teorico-pratica, curata dalla Dott.ssa Alessandra Manzo, avrà l’obiettivo di far conoscere lo zafferano, una delle più prelibate spezie che da anni l’Università della Montagna sta studiando per promuoverne la coltivazione in ambiente alpino. Oltre a descrivere i caratteri botanici e organolettici della spezia verranno fornite le basi agronomiche per la sua coltivazione ed esposti i risultati sulle ricerche condotte nelle aziende montane che la coltivano. In laboratorio verranno poi mostrate le analisi qualitative che consentono di valutare il prodotto finale.erbe_topinambur

• degustazione – dalle ore 20.00 alle 22.00
Per coloro che avranno partecipato ad almeno una delle attività precedenti vi sarà una degustazione dei seguenti cibi spontanei selvatici e a base di zafferano:
– uovo marinato con insalata di erbe selvatiche e smoothy allo zafferano
– noodles, abete rosso, salsa di cipolla e acetosella
– piccolo cocktail alcolico all’achillea
– biscotto di betulla e nocciola

Per questioni organizzative si invitano gli interessati a segnalare la loro partecipazione alla segreteria dell’Università della Montagna: tel. 0364-71324, e-mail: corso.edolo@unimi.it

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *