Tempo di lettura: 2 minuti

Parma – Il November Porc si prepara ad accogliere visitatori e buongustai per la sua quindicesima edizione. Una proposta semplice: in ognuno dei fine settimana di novembre si va in un paese diverso, dando vita a quella che è stata definita la “staffetta più golosa d’Italia”, e in ogni appuntamento c’è un confronto fra produzioni delle zone più rilevanti d’Italia con le eccellenze agroalimentari della Bassa Parmense, frutto di un territorio davvero prestigioso: è la terra di Verdi e di Guareschi, del Parmigiano Reggiano e del Culatello DOP, della Reggia di Colorno e del Po.

Il “titolo” esatto della manifestazione, “November Porc…speriamo ci sia la nebbia!” riassume una caratteristica gastronomica (la nebbia che in autunno/inverno rende la stagionatura del Culatello di Zibello DOP unica) ed una suggestione turistica, la nebbia ovattando rumori e immagini avvolge il visitatore e gli fa apparire all’ improvviso paesaggi e specialità, aumentando il piacere della scoperta.

La prima “tappa” è a Sissa, con una anteprima nella serata di giovedì 3, e venerdì 4 novembre si prosegue con incontri e performance enogastronomiche, con pietanze tipiche (fra cui la Spalla cruda della zona), birra e Culatello. “I Sapori del Maiale” occuperanno tutta la giornata sia sabato 5 che domenica 6 novembre, con il clou alle 15:30 di domenica, con la distribuzione gratuita del Mariolone più grosso. Il November Porc dedica i quattro sabato sera ai giovani, alla loro musica, con performance dal vivo e dj e proponendo il MCPork.

Dall’11 al 13 novembre, ci si sposta a Polesine Parmense, sull’argine del Po, con “Ti cuociamo Preti e Vescovi” e con il Prete più pesante. Da venerdì 18 fino a domenica 20 novembre si fa tappa a Zibello con “Piaceri e delizie alla corte di Re Culatello” e lo strolghino più lungo. La “staffetta” si conclude nel fine settimana 25-27 novembre, a Roccabianca, con “Armonia di Spezie e Infusi”, dove, domenica, c’è la distribuzione (sempre gratuita) della Cicciolata più grande. Si pensi che il Mariolone è intorno ai 250 kg, il Pretone sui 360-380 kg, lo Strolghino oltrepassa i 400 metri e la Cicciolata è oltre 350 kg.

In ogni “tappa”, alle 12 e alle 18 circa, si pranza negli stand gastronomici, e per arricchire le giornate, ogni località organizza e predispone intrattenimenti per tutti (gruppi musicali e folkloristici, preparazione di specialità, ecc.) spazi e animazione per i più piccoli e divertimento per gli adulti, oltre a visite ed eventi culturali. Nelle varie località, partecipando al Tiro al Salame, il gioco ufficiale di November Porc, gestito dal Circolo Cultori ed Estimatori del Suino, si potrà fare beneficenza e vincere salami della norcineria locale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *