Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Come già anticipato, quale ipotesi nata tra i volontari presenti nei soliti ritrovi del martedì, il consiglio della sezione Avis di Pescarolo, riunitosi recentemente, ha confermato gli appuntamenti in programma.

Un ringraziamento va a Cassa Padana, precisa il vicepresidente Mariani, per la pronta disponibilità della sala Camozzi, evitandoci così eventuali problemi di assembramento che potevano succedere nella sede di via Ruggeri.

E’ stato confermato, causa emergenza Covid e le recenti limitazioni, il no all’organizzazione di iniziative in occasione della ricorrenza del Patrono. Nella seduta, alla quale era presente anche il Presidente Dottor Bodini Umberto, sono stati discussi diversi argomenti che ora cerchiamo di sintetizzare riportando le decisioni prese in merito, tutte approvate all’unanimità.

In apertura di serata, Mariani si è scusato con i consiglieri per la decisione presa, considerati i tempi stretti, di gestire a livello personale la recente iniziativa pro UNICEF che si è conclusa con la vendita di 20 orchidee e il versamento ai responsabili di Cremona di 300 euro.

Ancora il covid a condizionare, o meglio a bloccare proprio nella prima fase, l’iniziativa della borsa di studio in collaborazione con le scuole primarie di Pescarolo e Grontardo, mettendo a disposizione di ognuna la somma di 300 euro. Il programma prevedeva che i ragazzi svolgessero dei lavori evidenziando i valori dell’AVIS dopo apposti incontri nella scuola e una successiva visita al centro trasfusionale di Cremona.Purtroppo si bloccò tutto dopo il primo incontro a Grontardo.

In merito si è deciso che è d’importanza capitale mantenere il contatto con le scuole, anzitutto attraverso la riconferma del contributo, chiedendo poi, con la collaborazione degli insegnanti, il coinvolgimento dei bambini nell’addobbo di piccoli alberelli, classici del Natale, che poi l’Associazione provvederà a posizionare davanti alle vetrine. Finito il tutto, si stanno valutando ipotesi dove poi rimettere a dimora queste piante.

Il Vice Mariani, toccato dal modo con il quale una donatrice l’ha informato che, per motivi di salute, non potrà più donare, ha proposto di dire un grazie a queste persone, attraverso la consegna di una pergamena. Non si è detto no, ma si è preferito, dopo un breve dibattito rinviare la scelta, dopo un esame più approfondito, onde evitare disguidi vari che potrebbero derivarne.

Si è toccato poi un argomento che rientra nelle normative, quale il rinnovo del consiglio per il triennio 2021/2024 ma che evidenzia una carenza di disponibilità di persone e, purtroppo, soprattutto giovani. L’ apertura fissa del Martedì, vuole essere anche un momento di apertura verso la comunità, un invito a partecipare alla vita associativa e contribuire a formare nuovi elementi per il futuro della sezione. Ribadito dal consiglio l’invito a tutti a farsi avanti, ogni martedì senza problemi di sorta, tutti sono attesi nella sede di via Ruggeri.

Rinviato a momenti migliori l’esame di nuove iniziative per il 2021, il consiglio, ha poi ringraziato i famigliari per l’offerta fatta alla sezione, nel ricordo di Luigi Araldi, chiedendo nel contempo che l’offerta possa servire per qualcosa di visibile in sezione dove Luigi fu per alcuni decenni responsabile della stessa. Dal dibattito si è deciso per l’installazione in sezione di un video, che nei momenti di apertura, illustri la vita della sezione. La stessa cosa si farà sull’esterno sostituendo la bacheca tradizionale con un apparecchiatura che vuole essere anche un apertura verso la cittadinanza tenendola informata, attraverso una comunicazione continua della vita della sezione.

Ferrari Angelo ha poi informato sul recente incontro organizzato dal comune invitando le Associazioni a valutare la possibilità di una proposta unica sull’utilizzo di 3 persone che, percependo il reddito di cittadinanza, oggi dovrebbero essere impiegate in lavori socialmente utili per 32 ore mensili. Dal dibattito è emersa per quanto riguarda l’AVIS l’impossibilità a trovare attività per queste persone, se non in caso di organizzazioni di iniziative particolari.

La serata si è conclusa con l’informazione relativa ad un progetto che sta seguendo Anselmi Angelo riguardante gli iperimmuni, cioè coloro che, superati problemi causati da una malattia infettiva a loro insaputa, hanno una particolare carica di anticorpi, utili per dare un plasma per la cura della malattia stessa. Complessivamente oggi la nostra sezione ha 31 iperimmuni dei quali tre sono stati ritenuti idonei. Ancora una volta la sezione AVIS è presente, ricordando a tutti l’impegno dell’Associazione e dei volontari nel nome dell’altruismo che molto spesso si traduce in grandi discorsi, ma che l’AVIS invece traduce in fatti con i donatori e un impegno quotidiano dei volontari a propagandare e far conoscere i valori che rappresenta, ma che, per la continuità dei quali è necessaria la partecipazione di tutti, quindi un invito ad altre persone a farsi avanti per la candidatura nelle elezioni del nuovo consiglio nuovo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome