Al via il 19 maggio la presentazione delle domande sul rinnovato bando nazionale “Nuove Imprese a Tasso Zero”.

L’incentivo viene esteso alle micro e piccole imprese costituite entro i 5 anni precedenti (prima il limite era di 12 mesi), composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni di età oppure da donne (senza distinzione di età).

La misura finanzia l’avvio e/o lo sviluppo dell’attività di impresa. Rientrano fra le spese ammissibili (con alcune differenze fra imprese costituite da più o meno di 3 anni): le opere murarie; i macchinari, gli impianti e le attrezzature; i programmi e i servizi informatici; i brevetti, le licenze e i marchi; le consulenze, nonché le esigenze di capitale circolante.

L’opportunità è di accedere a un finanziamento a tasso zero fino a 1,5 milioni di euro (elevato a 3 milioni per le imprese costituite da più di 3 anni) con durata massima di 10 anni, a cui si può aggiungere una quota di contributo a fondo perduto dal 15% al 20% delle spese. L’agevolazione copre il 90% delle spese totali ammissibili.

Le domande dovranno essere presentate tramite il sito di Invitalia.