Si amplia la platea delle imprese che possono richiedere il contributo sul bando per la partecipazione a fiere internazionali: la Regione Lombardia ha infatti approvato un decreto che stabilisce alcune modifiche con l’obiettivo di sostenere il sistema fieristico.

L’accesso viene esteso anche agli espositori abituali seppur con un contributo leggermente inferiore, fino a 10 mila euro. Per le piccole e medie imprese che partecipano per la prima volta a una fiera il contributo massimo è invece fissato a 15 mila euro.

Le fiere devono avere inizio nel periodo compreso tra il 1° settembre 2020 e il 31 dicembre 2022.

Il decreto di modifica amplia inoltre le spese ammissibili, includendo anche quelle relative alla comunicazione, ovvero per la realizzazione di brochure e materiali cartacei, la pubblicità e il marketing in fiera e sui canali online. Rientrano fra i costi ammessi l’affitto dello spazio espositivo, l’allestimento dello stand, gli allacci, la quota di iscrizione, hostess e interpreti, nonché le spese per consulenze collegate all’evento, per attività preparatorie o di gestione del follow up dei contatti, e del personale impiegato.

Il nuovo bando aprirà a breve.