Sirmione (Brescia) – E’ tempo del diciassettesimo Festival Internazionale “Omaggio a Maria Callas, ideato da Michele Nocera e Sergio Maffizzoni, il cui testimone è stato raccolto dal figlio e attuale Direttore Artistico, Stefano Maffizzoni.

Il festival rientra nel calendario delle manifestazioni culturali ed artistiche organizzate e sostenute dall’Amministrazione Comunale. Rappresenta una ricorrenza apprezzata e amata da cittadini e turisti che, tra Chiese del territorio, Palazzo dei Congressi e Castello Scaligero, potranno rivivere le forti emozioni evocate dal ricordo di questo indimenticabile personaggio, indissolubilmente legato alla città di Sirmione da un doppio filo, fatto di sentimenti e passione per queste terre.

Commenta così l’apertura del Festival Alessandro Mattinzoli, Sindaco di Sirmione: A 40 anni dalla morte, che ricorre il 16 settembre, l’immagine di Maria Callas è più viva che mai in tutto il mondo. Un’icona che non solo ha fatto storia, ma a cui si ispirano schiere di giovani artisti. A Sirmione tutto questo assume un valore speciale e questa prestigiosa rassegna ne rappresenta una concreta testimonianza“.

Fiore all’occhiello di questa edizione è certamente stata la scelta di inserire all’interno del calendario lo spettacolo di Ugo Pagliai, attore teatrale di fama internazionale, noto anche per la sua rigogliosa carriera televisiva, che presenterà alla Rocca Scaligera “La Callas, la Carmen, la Spagna…il flamenco, tra poesia e musica” in data 4 settembre. Una lettura di poesie ad opera dell’artista, accompagnato da Mediterranea Ensemble composto da Chiara Guerra (danza), Andrea Candeli (chitarra), Corrado Ponchiroli (canto e danza) e Michele Serafini (flauto).

Carmen è un capolavoro” racconta Michele Nocera “un’opera che anche la Callas incise per proprio vezzo, ma che effettivamente non portò mai in scena; sarà splendido vedere il legame Carmen-Callas interpretato da un maestro come Ugo Pagliai e il suo cast. Per quanto riguarda le due opere in forma semiscenica, di cui sono regista, La Traviata e il Barbiere di Siviglia, posso dirvi che c’è stato un grande lavoro di ricerca riguardante i costumi di scena e che il pubblico rimarrà stupito dalla bravura e dalla capacità d’interpretazione di questi 50 artisti. Il cast è infatti composto da 40 coristi e 10 interpreti

Ma, facendo un passo indietro, ripercorriamo questi dieci attesissimi appuntamenti, veri e propri tributi alla Divina, che, partendo da fine estate, si snocciolano fino ad arrivare ai primi giorni di dicembre.

Stefanna Kybalova, soprano
Stefanna Kybalova, soprano

Si è iniziato il 24 agosto con un omaggio a Giuseppe Verdi nella Chiesa di San Francesco a Colombare.

Si passa poi all’omaggio a Ennio Morricone in scena il 28 agosto alla Chiesa di Santa Maria di Lugana e alla Traviata di Giuseppe Verdi il primo settembre – in forma semiscenica di concerto – presso il Palazzo dei Congressi, per arrivare al 4 settembre, data che, come detto, vedrà protagonista Ugo Pagliai alla Rocca Scaligera.
Il calendario si sviluppa poi con una serata dedicata al Barbiere di Siviglia di Rossini – 8 settembre, Palazzo dei Congressi – per passare alla commemorazione “40 anni dopo la Callas” il 16 settembre presso la Chiesa di San Francesco.

Si prosegue con tre appuntamenti presso la Chiesa di Santa Maria della Neve: il 21 settembre con “L’arte e la vita di Maria Callas” e il 28 settembre con il recital pianistico “Reminescenze d’opera” e il 2 ottobre con un “Omaggio a Giacomo Puccini”.
Gran finale l’8 dicembre con l’appuntamento pomeridiano “Antonio Vivaldi: “La Follia” del prete rosso” presso la Chiesa di Santa Maria di Lugana.

Alberto Nosè
Alberto Nosè

Il XVII° Festival Internazionale Omaggio a Maria Callas si impone come una delle maggiori manifestazioni di rilievo sul Lago di Garda e quest’anno a 40 anni dalla Morte della Divina proporrà spettacoli di rilievo internazionale uniti dal Leit Motiv: l’Opera e la Vita di Maria Callas.” racconta il Direttore Artistico Stefano Maffizzoni, “Concerti allestiti appositamente per il Festival che omaggeranno compositori come Verdi e Puccini, Galà lirici, due opere La Traviata e il Barbiere di Siviglia. Inoltre due grandi nomi della classica e del teatro, il pluripremiato pianista Albert Nosè che con recital “Reminescenze d’Opera” ripercorrerà le opere che resero famosa la Divina e il celebre attore Ugo Pagliai che, con poesie e musica, renderà omaggio alla figura della Carmen, tanto cara alla Callas. Un cartellone oramai punto di riferimento per i melomani e che continua a promuovere assiduamente non solo giovani cantanti vincitori di concorsi internazionali, ma anche nomi già presenti nei teatri più famosi; tutti questi talenti si alterneranno in quello che vuole essere un Festival dedicato al celebre soprano che rese la sua vita e la sua arte unica”.