Cremona. Il Museo del Violino rende omaggio a Antonio Stradivari con un concerto di Gidon Kremer e la Kremerata Baltica insieme a Mario Brunello, martedì 18 dicembre all’Auditorium G. Arvedi del museo del Violino alle ore 21.

Torna Stradivarimemorialday, l’appuntamento che ormai per tradizione il Museo del Violino di promuove in occasione dell’anniversario della morte del più grande liutaio della storia e che quest’anno si preannuncia come un evento davvero eccezionale.

Martedì 18 dicembre infatti, saranno di scena all’Auditorium Giovanni Arvedi il violinista Gidon Kremer e la Kremerata Baltica che, insieme al violoncellista Mario Brunello, proporranno un programma interamente dedicato a Gustav Mahler.

Nella prima parte del concerto gli stessi Kremer e Brunello, con il pianista Michail Lifits e la violista Kristina Anuseviciute, eseguiranno il Quartetto in la minore per pianoforte e archi. A seguire, lo struggente Adagio dalla Sinfonia n. 10, in pratica ciò che rimane dell’incompiuto ultimo lavoro sinfonico di Mahler, nell’interpretazione della Kremerata Baltica diretta da Gidon Kremer. L’opera, nata originariamente per organico orchestrale, verrà proposta nell’arrangiamento per archi di Hans Stadlmair.

La seconda parte è invece dedicata alla Sinfonia n. 4 in sol maggiore, arrangiata per voce bianca e orchestra da camera (archi, quintetto di fiati, fisarmonica e percussioni) da Klaus Simon: la bacchetta passerà nelle mani di Mario Brunello, che dirigerà la Kremerata Baltica e la voce solista del 13enne Freddie Jamison.