Tempo di lettura: 2 minuti

Casalmaggiore, Cremona. Due i concerti in programma per l’Orchestra austriaca di Feldkirch, proveniente dall’omonima città storica austriaca, per la seconda volta torna ad esibirsi nel territorio cremonese: martedì 16 aprile alle 21 presso il Teatro Comunale di Casalmaggiore e mercoledì 17 aprile alle 21 presso la Chiesa di Santa Maria Maddalena a Cremona.

L’Orchestra austriaca di Feldkirch, diretta dal M° Murat Üstün, fondata da Georg Frick nel 1842, ha dalla sua nascita favorito i giovani talenti, nei quesi due secoli di vita continua ad ammalliare gli spettatori dei teatri d’Europa con l’orchestra composta da dilettanti.

I concerti incentrati, in particolare, sullo Stabat Mater di Pergolesi saranno  preceduti, venerdì 12 aprile, ore 21, da una presentazione di Vittorio Rizzi che si terrà in biblioteca a Casalmaggiore. L’ingresso ai concerti è libero e gratuito.

L’iniziativa è inserita nel “Progetto Masterclass” organizzato dalla Camera di Commercio di Cremona, con il patrocinio e la collaborazione dei Comuni di Cremona e di Casalmaggiore, del Teatro di Casalmaggiore, dell’International Music Festival di Casalmaggiore, del Consorzio Liutai “Antonio Stradivari” Cremona e del Touring Club.

L’ingresso ai concerti è libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

Il programma del concerto:

E. Pergolesi – “Stabat Mater”
Solisti: Karen Havenbeck – Soprano // Dora Kutschi – Contralto
F. J. Haydn – concerto di Oboe, I movimento
Solista: Prof. Raphael Leone, ottavino
F. J. Haydn – Sinfonia n. 13 / II movimento
Solista: Verena Jungwirth, violoncello
J. Massenet – Meditazione da “Thais”
Solisti: Ulrich Fross-Müller, armonica a bocca
W. A. Mozart – Horn Concert n. K447/ III movimento
Solista: Marcel Üstün, corno

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *