Tempo di lettura: 1 minuto

“L’arte è un appello al quale troppi rispondono senza essere chiamati.” Leo Longanesi.

Brescia – Una selezione di opere verrà esposta al pubblico nel Salone Convegni di Avis Provinciale Brescia per ripercorrere la vita dell’artista Orlando Saraceno.

Orlando nasce a Brescia nel 1917. Terminati gli studi tecnico-commerciali, frequentò in compagnia degli amici Gabriel e Mario Gatti la Scuola d’Arte “Moretto” a Brescia. Fu allievo del pittore Tita Mozzoni e in seguito, con Gabriel Gatti, del pittore Emilio Pasini.

Chiamato alle armi nel 1938, partecipò alla seconda guerra mondiale; fatto prigioniero dagli inglesi nel 1943,fu messo in campo di concentramento a Tel El Kebir (Egitto) e rimpatriato alla fine del 1945.

Ritrovato l’amico Gabriel, frequentò il suo studio saltuariamente. Stimolato dal pittore M. Adolfo Mutti, fece la sua prima personale nel 1960. In seguito partecipò a diverse collettive e premi di pittura, non mancando di essere presente in diverse gallerie con le sue personali fino al 2000.

Per anni assiduo frequentatore del Circolo Culturale Don Emilio Verzeletti,
cui ha donato la propria collezione di apparecchiature fotografiche, esposte presso la sede del Circolo. Si è spento nel gennaio 2008.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *