Tempo di lettura: 3 minuti

Bergamo – Torna l’Orobie Film Festival il più importante appuntamento per gli appassionati di film dedicati alla montagna. Promosso dall’Associazione culturale Montagna Italia”, il festival, giunto alla dodicesima edizione, si svolgerà presso il Cinema Gavazzeni a Seriate (Bergamo), dal 23 al 27 gennaio.

La manifestazione cinematografica desidera diffondere la cultura e la conoscenza delle montagne attraverso il cinema con la promozione di un concorso internazionale rivolto a registi e produttori che abbiano prodotto e girato film, cortometraggi e documentari riguardanti le cosiddette “terre alte del mondo”. Le tematiche toccate dal Festival saranno dunque l’alpinismo, l’arrampicata, la natura, la storia, i personaggi e gli usi e i costumi nelle montagne di tutto il mondo.

L’iniziativa ha registrato negli anni un’affluenza di pubblico sempre maggiore, attirando appassionati di cinematografia provenienti da tutto il mondo, oltre agli amanti del mondo della montagna.

“A passo d’oro. Franco Nones: la leggenda di un fondista”

Proprio a questo è dovuto il cambiamento di location in quanto l’Auditorium, con i suoi 300 posti, non riusciva ad ospitare al meglio tutti i nostri visitatori che ogni sera superanovano sempre le 500 presenze. È stato scelto dunque un Cinema molto più capiente, il Cinema Gavazzeni che diventa il nuovo punto di riferimento per gli amanti del cinema di montagna, nel quale si terranno tutte le proiezioni dei film in concorso, la cerimonia di premiazione e gli spettacoli.

Saranno 16 i film in concorso che verranno proiettati nei giorni del Festival secondo la programmazione stabilita, mentre durante la serata finale verranno premiate le migliori opere, alla presenza dei registi e delle case di produzione.

Tra gli eventi collaterali in programma vi sono, martedì 23 gennaio, le presentazioni dell’Associazione Roby Piantoni ONLUS, istituita nel 2010 grazie alla volontà dei familiari e degli amici dell’alpinista di Colere scomparso nel 2009 durante una spedizione alpinistica sullo Shisha Pangma (Tibet -Cina) attualmente impegnata a sostenere lo sviluppo culturale e sociale delle popolazioni povere che vivono tra le montagne più alte del mondo e della Società Alpinistica Seriatese, nata nel 1947 con lo scopo di formare e stimolare i propri 500 iscritti alla passione per lo sport di montagna in tutte le sue forme.

Giovedì 25 gennaio sarà presente Omar Zucchelli, Presidente di Valcanale Team, che presenterà la sua Associazione, fondata nel 2014, che ha come obiettivo quello di promuovere la Valle dal punto di vista naturalistico, turistico e sociale e lo staff di App Peak Visor, un’applicazione per smartphone che permette di conoscere nome e altitudine di più di 746 mila vette al mondo semplicemente inquadrandole con la propria fotocamera!

Ricca di emozioni la serata conclusiva del Festival, sabato 27 gennaio, che, grazie al successo avuto nella scorsa edizione, ripropone il Bonatti Day, una serata interamente dedicata a Walter Bonatti in cui, verrà proiettato film “1954 Bonatti e l’enigma del K2” di Claudio Giusti, Produzione Mario Rossini per Red Film e RAI e si terrà la performance artistica “Vette di Latte” con il Soprano Silvia Lorenzi e il Pianista Giovanni Colombo.

Il concorso cinematografico di Orobie Film Festival è suddiviso nelle consuete tre sezioni in base al territorio in cui è stata girata l’opera in concorso:

  • Orobie e Montagne di Lombardia;
  • Paesaggi d’Italia;
  • Terre Alte del Mondo.
Un’immagine dal film “K2, une journée particulière”

All’interno del Festival è stato promosso anche un concorso fotografico dedicato al tema della montagna al quale hanno potuto partecipare fotografi professionisti e fotoamatori con la passione per lo scatto in alta quota. Come per il 2017 il concorso fotografico è unico per tutti i sei Festival che fanno parte del Circuito “Spirit of the mountain”, nato da un’idea di Associazione Montagna Italia. Sono stati selezionati i 15 migliori scatti che verranno presentati a Bergamo, Verona, Sestriere, Pontresina (Svizzera), Temù (Val Camonica) e Milano, ovvero nelle località in cui si terranno, nel corso dell’anno, le sei manifestazioni del Network.

Ad ogni evento, una Giuria sempre differente sceglierà la vincitrice il cui autore verrà premiato in serata finale. La Commissione di selezione del Circuito, nonché Giuria di OFF, è capitanata dal fotografo Marco Caccia.

Oltre alla proiezione dei film in concorso, l’iniziativa prevede anche eventi collaterali dedicati alla musica, alla danza, ai film fuori concorso, a premiazioni speciali e al sociale.

Tutte le serate saranno ad ingresso libero, per favorire il principio di “cultura gratuita”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *