Quando ero Strabucco e facevo clownterapia, raccontando entusiasta le mie “visite” in ospedale, mi sentivo spesso chiedere come riuscivo a scherzare e sorridere difronte a un bambino malato….

Effettivamente la prima volta che sono andata in Oncologia pediatrica mi sono tremate le gambe, ma dopo pochi secondi sono stata meglio facendo una semplice riflessione: i bambini hanno tutti voglia di condividere e giocare e basta guardarli profondamente negli occhi per vedere il bambino e scordarsi della malattia.

Ogni bambino è malato a modo suo, ma tutti i bambini sono uguali.

Eric-Emmanuel Schmitt è un autore francese che ha scritto un libro molto bello che tratta proprio questo argomento: Oscar e la dama in rosa. Un libro che racconta la storia di un bambino malato, ma con estrema delicatezza, con semplicità e con molta ironia.IMG_3734

In questo libro si affrontano “…le cose che ci riguardano tutti: la Vita, la Morte, la Fede, Dio…”

In un altro libro di Schmitt, Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano,  un bambino affronta tematiche anche come la Religione, la tolleranza, l’amicizia e i preconcetti.IMG_3735

“Monsieur Ibrahim, quando dico che il sorriso è roba da ricchi, intendo che è roba per gente felice.”
“Ecco, è qui che ti sbagli. E’ sorridere che rende felici.”

Forse l’invito di questo autore è quello di approcciarsi a tematiche e situazioni molto difficili con l’innocenza dei bambini, con ironia e semplicità.

Si possono leggere tomi monumentali interrogandosi sul significato della vita e su cosa sia la felicità, cercando risposte in Schopenhauer, in Nietzsche o in Goethe.

Ma poi ci sono piccoli libri, brevi letture, alla portata di tutti, che racchiudono significati e filosofie ben più profondi e, senza presunzione, fanno riflettere.

Al pari de Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupery e Il ritorno del giovane principe di Alejandro Guillermo Roemmers, questi libri trattano temi di grande profondità con estrema delicatezza.

Sono libri che, a mio avviso, vanno letti più volte a distanza di tempo. Maturando cambia il nostro sentire e la seconda, terza, quarta volta che leggerete questi libri coglierete altre sfumature rispetto alla prima lettura.
Il libro sarà sempre lo stesso ma la filosofia, che di volta in volta si coglie, non sarà mai uguale.
Letture che ci affiancano in momenti particolari o semplicemente ci tengono compagnia, facendoci anche sorridere, e ci aiutano a capire che….. “L’essenziale è invisibile agli occhi”

Questi libri non danno risposte, ma fanno fare un sacco di domande.