Tempo di lettura: 2 minuti

La Discesa del Po è stata rinviata a domenica 15 settembre, causa maltempo.

Casalmaggiore, Cremona. Il fiume un bene comune da salvaguardare e valorizzare, queste sono le motivazioni per una giornata dal sapore festoso da vivere sul grande fiume. Il Po ritorna al centro del territorio, re della pianura, domenica 8 settembre con la discesa del Po da Casalmaggiore a Viadana in memoria di Umberto Chiarini.

Discesa del fiume con ogni tipo di imbarcazione, ma anche in bicicletta lungo l’argine del fiume per ricordare Umberto, grande conoscitore del Po, della sua flora e fauna. Ambientalista noto, anche a livello nazionale, per le sue battaglie antinucleari e contro ogni tipo di scempio all’ambiente in cui viviamo.

La manifestazione non vuole essere un momento di semplice ricordo retorico ma una giornata conviviale, di festa e conoscenza del Fiume, aperta a tutti, per imparare ad amare il Po e le terre golenali, sconosciute a tante persone.

Pagaiando, remando, navigando e pedalando, ma soprattutto vivendo il fiume, un ambiente di meraviglie nascoste a portata di mano. Da Casalmaggiore a Viadana il Po scorre lento, ma profondo e deciso in un qual modo riassume il carattere di Umberto Chiarini, un animo granitico di un difensore della natura, burbero e generoso come le acque del grande fiume. Un Anti-atomo ha fatto nascere il primo “Movimento antinucleare”, attivo per 13 anni, una storia di anni di lotte raccontata nel libro: “La bassa contro l’atomo”.

L’amore per il grande fiume e il suo ecosistema è da anni il stimolo di ispirazione per l’associazione Persona Ambiente, che ha raccolto l’eredità di pensiero di Umberto Chiarini, una strada maestra da seguire perché l’uomo si riappropriasse del suo ambiente per proteggerlo, per difenderlo contro ogni progetto di devastazione e distruzione.

Il ritrovo per tutti i partecipanti è a Casalmaggiore, con la partenza prevista per le ore 10. L’arrivo a Viadana per la 12,30, dove per fluviali e ciclisti alla località Gruppo Canoe Viadana in riva il fiume è allestito il pranzo a prezzo agevolato (con 10 € é possibile mangiare e bere tra alcune proposte: panino con salsiccia e verdure, piatto bio vegetariano, trippa alla mantovana, luadel e spalla cotta, cips di zucca, acqua/birra) a pochi metri osteria da bortolino con piatto discesa (tagliolini al luccio e luccio in salsa), intrattenimento musicale con i Nema Problema Orkestar, pensieri e riflessioni sull’ambiente.
Alle ore 15 premiazione Comune più virtuoso dell’anno in merito l’applicazione dei principi della Carta del Po per la salvaguardia e valorizzazione dell’ambiente fluviale. A seguire premiazione “Uomo del PO”.

Il programma

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *