Sommacampagna, Verona – Negli ultimi giorni di febbraio l’ufficio cultura aveva concluso la programmazione della rassegna estiva, con i consueti appuntamenti che da anni animano l’estate di Sommacampagna, e con alcune novità.

L’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del Covid ha però sospeso tutto.

Iniziative ormai rodate negli anni, sono state messe in discussione dalle nuove misure di prevenzione al contagio.

Teatro, cinema, arte, musica....per tutta l'estate
Teatro, cinema, arte, musica….per tutta l’estate

Spettacoli teatrali con una ricca compagine di attori, concerti con artisti provenienti dall’estero, esibizioni bandistiche e corali, il Teatro in Cantina e il rinomato Premio Lugo: tutte iniziative che, per varie ragioni, non possono quest’anno essere realizzate.

L’Amministrazione comunale ha però posto tra le proprie priorità quella di investire nella cultura, ripensando ad un’offerta dinamica e sempre nuova, che consenta alla cittadinanza di vivere a pieno Sommacampagna, in questa estate, che sarà inevitabilmente diversa dalle altre.

Si è scelto quindi di porre al centro la villa, Villa Venier, la casa della cultura di tutti i cittadini, facendola divenire una vera e propria quinta scenica, dove tutte le arti possono andare in scena: da qui, Palco Venier.

“Una rassegna che è stata interamente ripensata in un solo mese – spiega l’Assessore alla Cultura Eleonora Principe – dall’individuazione di tutte le attività, al coordinamento logistico e agli allestimenti, alla realizzazione grafica, alla produzione del materiale promozionale, ai contratti con gli artisti.

Tutto con l’attenzione a rispettare le disposizioni anti Covid. Fondamentale in questo processo è stata la convinta partecipazione di tutti quei soggetti che, a diversi livelli, hanno contribuito concretamente alla realizzazione della complessa macchina organizzativa.”

Villa Venier è conosciuta in tutta la provincia di Verona, e non solo, per gli spettacoli che da oltre 20 anni offre ai cittadini.

La ballata del Barcaro
La ballata del Barcaro

Sabato 11 luglio alle 21.15 il palco della villa viene calcato da un grande attore comico che si è fatto conoscere nel periodo del lockdown tramite gli schermi di Propaganda Live, Andrea Pennacchi con il “Pojana”.

Si conferma così la sinergia con Box Office Live, importante realtà veronese di organizzazione eventi, che ha consentito negli anni di far conoscere Sommacampagna ad un pubblico vastissimo.

Il teatro è un settore fortemente colpito dalla crisi Covid. Il distanziamento fisico non consente alle compagnie di mettere in scena spettacoli con la consueta compagine di attori: quest’anno vedremo sui nostri palchi monologhi, mise-en-scène con pochi artisti.

La partecipazione agli eventi è quindi in questo momento, oltre che un arricchimento culturale, un impegno morale per sostenere il mondo dello spettacolo.

Grazie alla collaborazione con Arteven, circuito teatrale regionale del Veneto, mercoledì 29 luglio, Villa Venier diventerà la quinta scenica del Mercante di Venezia, opera di William Shakespeare, con l’Accademia Teatrale Lorenzo da Ponte di Vittorio Veneto.

Il teatro circuiterà poi nelle frazioni di Caselle e di Custoza, con tre appuntamenti, sempre alle 21.15: La Ballata del Barcaro, venerdì 31 luglio, con Gigi Mardegan, spettacolo tragicomico in occasione della Sagra di San Luigi; Il topo di campagna e il topo di città, domenica 6 settembre, con la Compagnia dell’Arca, uno spettacolo per bambini a Custoza; L’uomo che piantava gli alberi, sabato 12 settembre, un reading, una lettura di brani tratti dall’omonimo libro, spettacolo offerto dalla Fidas.

Dal teatro si passa alla musica, con due appuntamenti di comprovato successo, attraverso le note di musicisti del territorio: The Energy of Music, venerdì 17 luglio alle 21.15, con il duo pianistico Laura e Beatrice Puiu, accompagnate dal batterista Oreste Soldano; Disamistade canta De Andrè, in programma venerdì 24 luglio alle 21.15, concerto in acustico con Gilberto Lamacchi, Massimo Coppola e Claudio Moro, accompagnati dalla proiezione di immagini di sand-art a cura di Sara Ferrari.

Il vero motore trainante di tutta l’estate sarà il cinema all’aperto.

Grazie alla collaborazione con l’associazione Lanternamagica, che gestisce il Virtus Cinema di Sommacampagna, i cittadini potranno gustarsi a pieno la splendida atmosfera di Villa Venier, con proiezioni dal giovedì alla domenica, per tutto il mese di luglio e di agosto.

Virtus Cinema è un’importante realtà del Comune di Sommacampagna gestita da volontari, normalmente attiva da settembre a maggio, che porta sul territorio amanti del cinema provenienti da tutta la provincia.

Alla conferenza stampa dell'iniziativa
Alla conferenza stampa dell’iniziativa

L’emergenza Covid ne ha visto chiudere le serrande il 23 febbraio e impedendone la riapertura fino a giugno.

L’Amministrazione comunale ha ritenuto di fondamentale importanza intessere una collaborazione con quest’attività, con una funzione sociale, culturale e di promozione, che genera inoltre indotto economico per il nostro territorio.

Virtus Cinema, nella sua versione estiva, continuerà ad essere un faro nel panorama dei cinema di provincia e Villa Venier rafforzerà al contempo la sua identità di luogo della cultura.

Il patrimonio artistico di Sommacampagna non è formato solo da luoghi, ma anche da una moltitudine di persone, artisti che quotidianamente lavorano, producono, trasformano il loro pensiero in opere d’arte.

È da qui che si vuole ripartire dopo l’emergenza Covid, facendo rinascere la cultura dalla terra, da “germogli” d’arte.

Germogli d’Arte è una vera e propria “chiamata alle arti” rivolta agli artisti di Sommacampagna.

Fino all’8 settembre, le sale espositive al piano terra di Villa Venier ospiteranno mostre della durata di due settimane ciascuna.

Questa esposizione collettiva vuole dar voce al fermento del nostro territorio, per far sentire i nostri artisti parte di una forte rete.

Vuole valorizzare talenti, evidenziandone il contributo, anche sociale, che apportano alla comunità.

L’arte, nelle sue diverse forme, ha un ruolo importante nella crescita individuale dei cittadini. È motivo e momento di confronto, di riflessione, di costruzione di un’identità personale e di crescita di una società.

Durante l’estate la cittadinanza avrà la possibilità di visitare frequentemente Villa Venier, trovando una proposta artistica sempre nuova.

Nei primi giorni del cosiddetto lockdown, il periodo in cui è stato chiesto ai cittadini di rimanere nelle proprie case per evitare il contagio da coronavirus, è stato indetto un concorso rivolto a bambini e ragazzi, invitandoli a raccontare, tramite disegni e scritti, ciò che più amano del proprio paese, consentendo ai partecipanti di avvalersi dell’aiuto di genitori, nonni, fratelli o babysitter, nella realizzazione dell’elaborato.

L’obiettivo era quello di sviluppare l’osservazione e il legame al paese in cui si vive, la creatività e la cooperazione, in un momento storico in cui è stato chiesto il grande sacrificio di rinunciare a momenti di socialità.

Gli elaborati pervenuti all’Ufficio Cultura sono circa sessanta e raffigurano luoghi di Sommacampagna, Caselle e Custoza.

Dalle scuole, alle piazze, ai parchi gioco, agli impianti sportivi, a Villa Venier e all’Ossario: il bello del paese, attraverso gli occhi dei ragazzi.

Si è deciso quindi di riprodurre questi elaborati in una mostra itinerante, collocando in alcuni dei luoghi rappresentati dei totem espositivi.

Grazie a una mappa, sarà possibile conoscere la collocazione delle altre opere, consentendo così a cittadini e turisti di girare e conoscere il Comune, grazie ai nostri moderni “ciceroni”.

Durante l’estate saranno proposte passeggiate ed eventi culturali pensati ad hoc.

A partire dalla prima domenica di luglio, ogni due domeniche, verranno organizzate passeggiate culturali in collaborazione con il C.T.G. (Centro Turistico Giovanile), Pro Loco di Custoza e Comitato Sagra di Caselle.

Un territorio con “echi dal passato”: presso l’Ossario di Custoza e presso Villa Venier rievocatori storici faranno conoscere la storia risorgimentale che nel 1848 e nel 1866 ha segnato il nostro territorio.