Tempo di lettura: 2 minuti

Gattatico (Reggio Emilia) – Sabato 23 maggio, in occasione della giornata della Legalità  e del 23° Anniversario delle stragi Via D’Amelio e CapaciCasa Cervi è una delle ‘piazze satellite’ che si collegano in diretta con l’Aula Bunker dell’Ucciardone di Palermo dove è presente il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Un evento per unire la lotta al nazifascismo al contrasto alle mafie in un luogo simbolo della Resistenza italiana come Casa Cervi, legame ancora più opportuno nel 70° Anniversario della Liberazione e dopo le ultime operazioni contro la presenza locale della ‘ndrangheta.

656_Locandina-cortei-23-maggioLa Fondazione “Giovanni e Francesca Falcone”in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dal 2002 ha concentrato la sua attenzione sulle scuole, con le quali ha iniziato a realizzare percorsi di educazione alla legalità a livello nazionale. Tali progetti hanno il loro momento conclusivo il 23 maggio, anniversario della strage di Capaci, giornata che col tempo è diventata un appuntamento molto atteso dai docenti e dagli studenti del nostro Paese.

Per poter soddisfare la richiesta di partecipazione che arriva da centinaia di scuole, il Ministero dell’Istruzione e la Fondazione Falcone hanno pensato di realizzare un collegamento tra la piazza di Palermo e altre piazze della Penisola, tra cui quella di Gattatico e il Museo Cervi, dove convergeranno i finalisti delle scuole aderenti al concorso “Riprendiamoci i nostri sogni”.

Le attività realizzate dagli studenti si svolgeranno nel corso della mattinata del 23 maggio dalle ore 9 alle ore 13 e saranno trasmesse dalla Rai in diretta dalle ore 11 alle ore 12.30

L’idea è far radicare “alberi Falcone”, ogni anno in città scelte di volta in volta prendendo spunto dalle emergenze che sorgono, per accendere una luce sui luoghi dove la penetrazione degli interessi mafiosi si insinua e mette radici anche lontano da Palermo. L’obiettivo è far crescere una nuova coscienza nazionale sul fenomeno della “linea della palma” che sale a nord nella penisola, efficace metafora usata da Leonardo Sciascia per indicare l’espansione delle mafie.

Servizio di navetta gratuita dalla stazione dei treni di S. Ilario d’Enza al Museo Cervi.