Tempo di lettura: 2 minuti

Organizzato dal Gruppo Ferrovie dello Stato in collaborazione con il Credito Cooperativo Italiano, “Un panettoncino per due progetti di solidarietà” è una raccolta fondi a scopo umanitario che saranno destinati al finanziamento dei progetti “Emporio Caritas” e “Adotta una famiglia Campesina” nell’ambito del progetto avviato da Cassa Padana, Microfinanza campesina in Ecuador.

L’iniziativa prevede la vendita, al prezzo di 5 euro, di panettoncini a bordo di alcuni treni Eurostar, Tbiz e Alta Velocità e nei Club Eurostar di Roma, Milano, Venezia S.L., Firenze, Bologna, Torino e Napoli .
I dolci natalizi sono forniti da una cooperativa sociale che utilizza ingredienti di produttori del commercio equo e solidale.
La vendita, che partirà il 22 dicembre 2006 e si concluderà il 5 gennaio 2007, riguarderà i treni in partenza da Roma per Napoli e Bologna e da Milano per Torino e Firenze.

“Adotta” una famiglia campesina
La Fondazione Tertio Millennio (la Onlus del Credito Cooperativo), nell’ambito del progetto “Microfinanza Campesina” del Credito Cooperativo, sostiene in Ecuador il programma agricolo triennale del FEPP (Fondo Ecuatoriano Popolorum Progressio) che propone un piano di sviluppo agricolo nelle “fincas”, (appezzamenti di terreno di dimensione variabile da uno a cinquanta ettari) attraverso la diffusione di tecniche moderne di produzione e di allevamento.
Il progetto “Adotta” una famiglia campesina è un’iniziativa di solidarietà a supporto del più ampio programma agricolo FEPP. “Adottando” una famiglia campesina si garantirà l’attivazione di un processo di sviluppo integrale nelle “fincas” con il conseguente miglioramento delle condizioni di vita delle persone che lì vivono e lavorano.

Emporio Caritas
Negli ultimi anni la Caritas ha avuto modo di conoscere situazioni di indigenza gravi nelle famiglie anche cosiddette “normali”, che non hanno mai esplicitato i loro bisogni sia sociali che sanitari e che spesso provengono da zone periferiche della città e non hanno mai preso contatti con i servizi sociali del proprio territorio. Si tratta di famiglie che possono contare solo su un reddito, quando questo esiste, che vivono in appartamenti in affitto o case popolari, spesso senza un contratto, e altre volte addirittura in stabili occupati in condizioni di promiscuità e carenza igienica, non di rado privi di luce e gas.

Di qui il progetto “Emporio Caritas”, ovvero la creazione di un supermercato dove poter reperire gratuitamente generi di prima necessità “a misura di famiglia”, per arginare una situazione che negli ultimi anni si è trasformata in una vera e propria emergenza sociale. L’Emporio Caritas sarà un vero e proprio supermercato di medie dimensioni (circa 500 metri quadrati) con casse automatizzate, carrelli, scaffali e insegne. Ad esso potranno essere inviate non solo le persone residenti nella zona corrispondente, ma anche coloro che sono privi di residenza e non hanno una dimora stabile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *