Mi scrive Paperella, femmina, mano destra, 34 anni

grafo_paperella2_34

Scrittura ricca di importanti contrasti. Nella pagina, sulla base di un modello “script” vengono inseriti tratti in corsivo, altri in stampatello maiuscolo, altri ancora in modello fortemente personalizzato.

Sotto un’apparenza di ordine e di tranquillità (dice di sé “Mi ritengo una persona molto timida. Potrei sembrare addirittura scontrosa. Non riesco a nascondere le mie emozioni, mi ritengo un libro aperto”), qui è presente un vulcano che, forse, non ha ancora avuto l’occasione per manifestarsi appieno. Altro che libro aperto: è aperta la sola pagina…. Doti e difetti si accavallano, non si dispiegano liberi, ma non per quella che si definisce impropriamente “timidezza”, ma piuttosto per una serie di possibilità inevase, evitate, non colte.

Un Segno, molto particolare, indica esattamente: “Situazione di auto – bloccaggio di uno sfogo focoso indignato, da cui possono derivare contraccolpi nel fegato”. Di solito, questo Segno compare in chi abbia avuto pressioni educative subite (o credute di subire) in età infantile/adolescenziale.

Inoltre, PAPERELLA ha in sé:
– tendenza a non “lasciar correre”, a ricordare con tenacia, ma anche a non voler affrontare le difficoltà: meglio glissare
– senso dell’io notevole, ma tarpato o dall’habitat, o da sè
– eccezionale capacità di approfondimento di argomenti e fatti – visti in ogni sfaccettatura – anche se non sempre messa in atto
– Conflittualità con la figura femminile (nell’infanzia, soggetto/i di sesso femminile piuttosto “ingombranti” o possessivi, o inficianti)
– Bisogno di supporto, anche se rifiuto degli stessi – Preferenza per il “non dire”, piuttosto che mentire: il desiderio di sincerità propria ed altrui è fortissimo, a grado molto elevato
– Tendenza, in caso di difficoltà, a scambiare ciò che è proprio della volontà con ciò che attiene all’affettività: PAPERELLA preferisce voler bene, piuttosto che imporsi, ma poi non ne è contenta, e rimugina, e pensa e ripensa.
Sarebbe molto interessante vedere ed esaminare scritti dell’adolescenza, o comunque precedenti a quello inviatomi.
Se, poi, fosse possibile reperire grafia precedenti la maternità, si potrebbe rilevare quanto l’essere Madre abbia mutato PAPERELLA

Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.