Bardolino, Verona. Il cinema protagonista all’edizione di “Parole sull’Acqua” con due registi, Pupi Avati e Agostino Ferrante, che si raccontano in due serate a loro dedicate. Torna a Bardolino fino a sabato 4 luglio “Parole sull’Acqua” la rassegna che da undici anni porta sulle rive del Lago di Garda i protagonisti della scena culturale italiana. Quella di quest’anno sarà un’edizione particolare, rivista e rimodulata in due serate, ma soprattutto dedicata ad un unico filone che sarà quello del cinema.

Ad aprire le danze il 27 giugno nella nuova location di Parco Carrara Bottagisio è stato Pupi Avati, il grande maestro bolognese che dialogherà con il giornalista e conduttore de La Rosa Purpurea su Radio24, Franco Dassisti, a cui seguirà la proiezione de “Il signor diavolo”, ultimo lavoro del regista.

«Poter avere a Bardolino e inaugurare questa nuova stagione di Parole sull’Acqua con uno dei più grandi registi italiani è un grandissimo orgoglio – ha commentato Nica Currò, assessore alla cultura del Comune di Bardolino – ma soprattutto un forte segnale di ottimismo e di ripartenza, non solo del turismo, ma anche della cultura e di tutte le attività ad essa collegate che tanto hanno sofferto in questi mesi e che hanno bisogno di essere messe di nuovo al centro dell’attenzione».

Sabato 4 luglio alle 21, invece, toccherà ad Agostino Ferrente, regista emergente che quest’anno si è aggiudicato un David di Donatello con il suo film “Selfie”. Anche questa serata sarà moderata da Franco Dassisti: «Abbiamo voluto portare a Bardolino due approcci diversi di cinematografia – ha proseguito Nica Currò – da una parte la storia del grande schermo italiano e dei lungometraggi di cui Pupi Avati è indiscusso protagonista, dall’altra la prospettiva di un modo nuovo di produrre questa arte attraverso cortometraggi e documentari che hanno portato alla ribalta Agostino Ferrente».

Le due serate si terranno a Parco Carrara Bottagisio, in cui sarà allestito un vero e proprio cinema all’aperto con 200 posti a sedere. Per partecipare all’edizione 2020 di Parole sull’Acqua sarà necessario prenotare il proprio posto sul sito www.bardolinotop.it

Il biglietto, che permetterà l’ingresso ad entrambe le serate, ha un costo di 20 euro e il ricavato sarà devoluto in beneficenza alle associazioni AMO Baldo Garda e Croce Rossa Italiana Comitato Baldo Garda. Prima dell’inizio degli appuntamenti sarà offerto un brindisi di benvenuto a base di Chiaretto di Bardolino offerto dal Consorzio di Tutela Chiaretto e Bardolino, servito a tutte le persone sedute:

Parole sull’Acqua quest’anno vuol essere, non è solo un appuntamento con due grandi protagonisti della cinematografia italiana, ma è anche la scintilla che riaccenda i riflettori sul comparto turistico, assieme agli artisti, alla musica, alla pittura e a tutte le arti.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.