L’impegno di Street View di Google per mappare il mondo continua.  Dopo il Museo Diocesano di Milano, sbarcato su web a febbraio, ora tocca alla foresta dell’Amazzonia.

Anche questo è un modo per difendere in pianeta. E in particolare il suo più immenso e affascinante polmone verde.

Ci ha pensato l’Amazonas Sustainable Foundation che ha aiutato Google a implementare un lavoro di mappatura del territorio con Street View, realizzato nel 2012, per entrare nella foresta più sconosciuta.

E’ stata infatti montata una serie di nuove inquadrature che raccontano la foresta a 360 gradi. Si va dalle riprese aeree in mezzo agli alberi fino al giro dei corsi d’acqua, con una visita alle 17 comunità locali che abitano sul corso dei fiumi e nella foresta.

Un lavoro che ha percorso, e reso disponibili agli occhi del mondo, 500 chilometri di navigazione via fiume e 20 chilometri di sentieri nella foresta. Sono state installate anche telecamere in movimento attraverso le piante.

Serve un buon senso dell’orientamento e molta curiosità per vagabondare nella foresta, ma è davvero emozionante.

 

Macri Puricelli
Nata e cresciuta a Venezia, oggi vivo in mezzo ai campi trevigiani. Fra cani, gatti, tartarughe, tre cavalle e un'asina. Sono laureata in filosofia e faccio la giornalista da più di trent'anni fra quotidiani e web. Dal 2000 mi occupo della comunicazione on e offline di Cassa Padana Bcc e dallo stesso anno dirigo Popolis. Quanto al resto...ho marito, due figli e tanti tanti animali.