Con decreto del 28 novembre viene approvata la revisione del Patent Box, il regime opzionale di tassazione agevolata dei redditi derivanti dall’utilizzo di taluni beni immateriali.

Il provvedimento prevede l’esclusione dei marchi d’impresa dall’ambito di applicazione del beneficio con riferimento alle opzioni esercitate successivamente al 31 dicembre 2016. Resterà invece applicabile a software protetti da copyright, brevetti industriali, disegni e modelli.

Ad essere interessati tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, che svolgono attività di ricerca e sviluppo volte alla crescita, mantenimento e accrescimento di valore degli stessi beni immateriali.

L’opzione deve essere esercitata nella dichiarazione dei redditi relativa al primo periodo d’imposta per il quale si intende optare per la stessa, è valida per cinque periodi di imposta, è irrevocabile e rinnovabile.