Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Al via PENSALAMENSA il progetto didattico realizzato da CAUTO, Cantiere di Autolimitazione, dedicato alle scuole primarie per promuovere l’attivazione territoriale dei giovani sul tema dello spreco alimentare a partire dalle mense scolastiche.

Da febbraio è on.line il sito www.pensalamensa.it Attraverso questo spazio didattico digitale, tutte le scuole primarie del territorio nazionale saranno coinvolte in percorsi di sensibilizzazione, comprensione critica e attivazione territoriale sul tema dello spreco alimentare, con uno sguardo di attenzione alle mense scolastiche che vede i giovani studenti protagonisti.

La cooperativa CAUTO da anni si è fatta carico della gestione degli “scarti” prodotti dai supermercati e dalla grande distribuzione organizzata, dalle aziende alimentari, dai forni panificatori e dalle mense, attraverso il recupero e la ridistribuzione dei molti beni ancora fruibili, prima che divengano rifiuto. In giornata gli alimenti vengono distribuiti alla varie comunità, enti, associazioni assistenziali, famiglie indigenti, mentre contadini e piccole aziende agricole a conduzione famigliare ritirano il rimanente per gli animali. Un esempio virtuoso di economia circolare e di attenzione alle fasce più deboli della società.

PENSALAMENSA è il progetto realizzato dal settore Formazione Ambientale di CAUTO, Cooperativa Sociale di Brescia, nel contesto più ampio della campagna Prevenzione degli Sprechi Alimentari promossa da ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani – in collaborazione con il MATTM – Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Giovani dai 6 ai 11 anni di tutta Italia, con il supporto dei propri insegnanti, sono chiamati a far parte della grande community di PENSALAMENSA, partecipando alla rilevazione degli sprechi, cogliendo l’opportunità di mettersi alla prova, condividere riflessioni e idee e mettere in pratica soluzioni per ridurre l’avanzo di cibo nel piatto. Le classi interessate, previa iscrizione, potranno aderire e rientrare così in un’indagine conoscitiva e di sperimentazione di misure concrete per la riduzione del cibo non consumato, il plate leftover.

A supporto ed integrazione dell’attività di rilevazione ciascun insegnante, accedendo alla sezione Spazio Educational presente sul sito www.pensalamensa.it, potrà scaricare ed utilizzare in autonomia presentazioni e giochi didattici, diversificati in base all’età. Gli educatori ambientali di CAUTO saranno inoltre a disposizione gratuitamente per laboratori a distanza e fino ad esaurimento posti.

Nella sezione Buone Prassi del sito è inoltre presente una ricca bibliografia e documentazione video con un elenco di esperienze di “buone prassi”, realizzate in Italia e all’estero, per prendere spunto e ispirazione su quanto è già stato fatto e si può fare per ridurre gli sprechi alimentari.

Per ulteriori informazioni e per iscrizioni è possibile contattare il settore di Formazione Ambientale della Cooperativa Sociale CAUTO al 030/3690338 oppure visitare il sito www.pensalamensa.it

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.