Cremona. Il Torrazzo è a tutti gli effetti uno dei monumenti che meglio simboleggia la città di Cremona: è infatti la torre campanaria medievale in muratura più alta d’Europa (circa 112,22 m). La sua struttura esemplifica l’estrema accuratezza delle antiche tecniche di costruzione ed è considerata un perfetto connubio tra stili architettonici estremamente diversi tra di loro.In collaborazione con la Diocesi di Cremona, Pro Cremona e Consorzio InCremona, CrArT presenta “Per aspera ad astra”: ingressi straordinari ed esclusivi al Torrazzo il 30 e 31 luglio. Aperture serali dedicate alla scoperta della Grande Torre, dalle origini fino ad oggi, in un percorso verticale che attraversa storia, arte e architettura, ma non solo. L’orologio astronomico in facciata e il museo allestito all’interno permettono infatti di spaziare e ampliare lo sguardo all’ambito della misurazione del tempo. Il legame tra gli astri, l’arte e l’attività dell’uomo, dalle tombe egizie fino a Giotto e Van Gogh, sarà proprio il tema con il quale si apriranno le visite guidate, introdotte dal breve approfondimento “Per aspera ad astra” che dà il titolo all’evento.L’orologio astronomico, vero capolavoro di meccanica, fu realizzato a partire dal 1582, anno della riforma gregoriana del calendario, da Giovanni Francesco e Giovanni Battista Divizioli, mentre la decorazione del quadrante fu affidata ai pittori Giovanni Battista Dordoni e Martire Pesenti. Seguì lungo i secoli una serie di ridipinture, fino ai più recenti restauri (1974) dovuti, per la parte meccanica a Vincenzo e Pietro Ferraroni, per il calcolo astronomico ad Achille Leani e per la parte decorativa – la fascia dello zodiaco – a Mario Busini.

Per potere partecipare: prenotazioni, acquisto sul sito procremona.it o presso Agenzia Viaggi Nobile (p.zza Roma 3/A, Cremona).

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome