Tempo di lettura: 1 minuto

Calvatone, Cremona. L’indole generalmente timida e disponibile, la sua imponente struttura fisica, ma soprattutto il tipo di rapporto di collaborazione che stabilisce con l’uomo, rendono il cavallo adatto ad essere identificato come il “gigante buono”.

Venerdì 16 novembre alle ore 21 presso la sede del parco Oglio Sud a Calvatone Emanuela Bottoni, Presdiente dell’Associazione Giubbe Verdi di San Martino dall’Argine, parlerà di: “Perché un cavallo per amico?”.

Il cavallo, addomesticato migliaia di anni fa, è da sempre amico dell’uomo, un rapporto cresciuto costantemente durante l’evoluzione umana, lo aiuta persino nel momento della malattia, sia essa fisica o mentale. Il cavallo diventa il nostro alleato, il nostro complice con il quale ci sentiamo pienamente accettati. Ci offre affetto e tutta la sua pazienza e cuore. Ovviamente se vengono trattati con rispetto e ricevono tutte le cure di cui hanno bisogno.

L’equitazione dovrebbe essere dialogo tra uomo e cavallo e ricerca di equilibrio. E’ quindi indispensabile che l’uomo impari ad intendere e decodificare il linguaggio e gli atteggiamenti del cavallo, per instaurare un rapporto sano, basato sulla fiducia reciproca. In campo scientifico, sono ormai riconosciuti e accertati i benefici “terapeutici” che si possono ottenere stando in compagnia del cavallo.

Venerdì, dopo una breve presentazione delle caratteristiche di questo animale, che aiuteranno a capire come ragiona e come affronta la vita di tutti i giorni, Emanuela racconterà aneddoti ed esperienze maturate a seguito di una costante ricerca di una comunicazione alla pari e di una relazione basata su rispetto e fiducia.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *