Mi scrive Perlanera, femmina, anni 44, mano destra

grafo_perlanera

La scelta dello script, anziché del normale corsivo scolastico, è già di per sé indicativa di un soggetto che vuole chiarezza, non desidera essere fraintesa, ma esige anche di tenere sotto controllo quanto accade attorno a lei.

Nonostante lo script, che esigerebbe ciascun grafema staccato dal successivo, si notano collegamenti tra lettera e lettera. Questo indica buona creatività, dispiacere nello scindere legami, affettuosità tenace, con esigenze anche di Educazione e Rispetto.

Inoltre, si rileva:
– Ottimale ingegnosità creativa, con grande capacità di intuito e di riconoscimento delle omogeneità tra elementi anche lontani tra loro: “volo pindarico” per eccellenza, che ha, come corollario, la capacità di indagine
– Lieve permalosità, dovuta a senso dell’Io a volte altalenante (abissi di dolore, picchi di euforia) comunque forte e sostanzialmente capace di stare in equilibrio nelle vicissitudini del vivere
– Tenerezza a buoni livelli: PERLANERA sa dare con entusiasmo e generosità sia affettività, sia amore. Ma gradisce ricevere, oltre che offrire. Quando questo non accade, il senso dell’Io prende il sopravvento e il concetto di “Dignità” si fa avanti
– Tendenza a non dimenticare, più le negatività che le positività
– Capacità di riconoscere ciò che è bello ed armonioso, grazie anche ad una più che forte memoria visiva: PERLANERA sa memorizzare bene i particolari, anche nelle emozioni
– Nel momento in cui scriveva, era presente lieve disagio
– E’ presente il tratto della “conflittualità con la figura femminile” e sarebbe utile indagare sul rapporto che PERLANERA ha con le femmine del suo habitat

DISEGNI INCONSCI
Risultano estremamente interessanti, nel loro mutamento: Quello più lontano indica tendenza ad elucubrare, a macerarsi, a cercare conferme ovunque, nel sociale e nell’habitat; il puzzle che lo costituisce è, comunque, ricostruibile ed è un invito per chi le sta accanto a conoscerla e ad apprezzarla.

Il secondo disegno inconscio è una richiesta/rivalsa: è più schematico, più parco del precedente (usa meno segno grafico, per esprimere il concetto) e rivela l’esigenza di essere messa al centro dell’attenzione di chi stia vicino a lei, sia in campo affettivo, sia in campo lavorativo

Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.