Tempo di lettura: 3 minuti

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – La tradizione vuole l’inaugurazione del Carnevale con “el tir del co’ d’ai”, e questo momento è stato rivissuto negli anni scorsi anche a Pescarolo, dove però la Pro Loco, con gli amici del carnevale e la disponibilità dell’Amministrazione Comunale. in primis del Sindaco, hanno voluto aggiornare il momento e, dopo la presentazione, con tutta l’ufficialità burocratica della prima iniziativa nel 2016, si è deciso di togliere questa eccessiva ufficialità e, da quest’anno, scendere nella piazza.

Così la seconda edizione di questo importante momento del “Carnevale Pescarolese” si è svolta in piazza Garibaldi dalle 15.30 di sabato 20 gennaio. Purtroppo il raggiungimento dell’obiettivo, che aveva la scopo di coinvolgere più gente e bambini possibile, non è stato raggiunto. L’affluenza è stato scarsa, forse per il freddo, forse non è stato recepito nel modo giusto il messaggio dello stare assieme per questa belle iniziativa.

Un grazie , accompagnato da applausi, è arrivato dai presenti a tutti coloro che si sono impegnati per farci sorridere a costo zero e, contemporaneamente, salvare un ulteriore importante momento della tradizione.

Abbiamo seguito la formazione del gruppo dalla casa Bregalanti, dove ospitalità e sorriso sono di casa, e abbiamo poi accompagnato verso piazza Garibaldi il futuro Re Carnevale e la regina a bordo della carrozza trainata da due possenti cavalli, gestiti da un abile ed esperto cocchiere.

I reali hanno fatto il loro ingresso nella piazza accolti dagli applausi dei presenti e dai saluti del Sindaco, Graziano Cominetti in fascia, al quale poi si sono affiancati. Il primo cittadino ha preso la parola, dopo una breve presentazione, da parte del Presidente della Pro Loco Dondi Claudio, per ringraziare i presenti per avere aderito all’invito, evidenziando l’importanza dello stare assieme in un momento di allegria generale, ma, per noi pescarolesi, mosso soprattutto dalla volontà di non perdere la tradizione.

Il Sindaco, dopo avere incoronato il Re Carnevale e consegnato lo scettro, ha letto al re gli impegni che quella corona comporta, ottenendo in risposta un chiaro “lo giuro“, mentre posava la mano destra sulla chiave avuta dal Sindaco, e cioè l’impegno a fare il possibile perchè la comunità Pescarolese e gli ospiti, che arriveranno dai territori limitrofi, possano vivere momenti di genuina allegria e spensieratezza.

La cerimonia si è poi conclusa con il brindisi, la degustazione degli ottimi dolci del momento, di produzione prettamente locale e l’inevitabile conclusione del pomeriggio, con alcune canzoni caratteristiche del carnevale.

Da parte dei promotori dell’iniziativa, un grazie a tutti coloro che si sono resi disponibili a rallegrare il momento, anche mascherati, interpretando i vari soggetti e non, oltre al fonico Pavel e alla sua collaboratrice. Per gli addetti ai lavori ci addentriamo ora nella settimana più dura e impegnativa, con l’auspicio che il tempo non faccia brutti scherzi.

Le sfilate sono in programma per le domeniche del 28 gennaio e del 4 e 11 febbraio. Quest’ultima sarà preceduta da una sfilata in notturna a partire dalle ore 19 di sabato 10, dopo un pomeriggio destinato all’accensione del Landini e l’avvio, per gli addetti ai lavori, del periodo più impegnativo che si concluderà poi nella serata di martedì 13 con il grande fuoco del “352° FALO’”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *