Leggendo l’articolo di Popolis mi viene da dire molto petaloso il giornale giapponese!

Se nella mia vita scolastica avessi seguito l’esempio della mia collega, oggi il vocabolario italiano sarebbe molto più pesante! Ne ho viste di parole inventate. La fantasia dei bambini non ha limiti.

Un mio alunno, rispondendo alla domanda ”Chi era Cavour? disse “benso”.

Mi venne da ridere naturalmente, ma il bambino aveva ragione… quanto era benso Cavour con tutti i suoi intrighi politici, i suoi progetti e la sua rivoluzione economica. La parola rendeva l’idea: “Benso”.