Tempo di lettura: 2 minuti

Reggio Emilia – Nella magica atmosfera del verde del parco delle Caprette si svolge da diversi anni la terza domenica di giugno il Pic Nic Festival: un’intera giornata all’aria aperta dedicata all’illustrazione e al fumetto. Appuntamento atteso dagli appassionati di disegno e pittura ma anche dalle famiglie e soprattutto dai bambini.

Protagonisti principali saranno gli autori e tra questi sono previsti anche ospiti stranieri: un interscambio artistico con illustratori fumettisti ed enti culturali europei come il Goethe Institute. Ogni autore disegnerà per il suo pubblico con tecniche, modi e tempi diversi.

Francesca Mussini, un’esplosione di energia, presidente dell’associazione culturale Picnic nata nel 2007 dall’idea di cinque tra artisti e appassionati tutt’ora attivi collaboratori, racconta come il festival si sia arricchito negli anni di emozioni, colori, esperienze grazie alle diverse tecniche e alle accese passioni degli artisti.

Dall’esordio sono aumentati i partecipanti, i soci, cresciute le idee e la portata.

E’ stato scelto il parco della Caprette sin dalla prima edizione”, ci spiega, “proprio per le sue peculiarità che trasmettono una piacevole sensazione di benessere e serenità: il verde, gli alberi, la tranquillità, le caprette e i pony”.

PicNic FestivalL’associazione, attualmente con un direttivo tutto al femminile, organizza anche eventi minori sempre con l’obiettivo di promuovere allegramente l’illustrazione in ogni sua forma. Fra questi i BiblioPicnic organizzati con autori e volontari.

Fondamentale per la realizzazione del Pic Nic Festival la collaborazione con enti del territorio, sia pubblici che privati, e il prezioso contributo dei soci volontari che non solo sono i portatori di nuove idee, ma sono anche coloro che rendono possibile l’allestimento e lo svolgimento dell’evento.

Francesca ci tiene a sottolineare l’anima “green” che contraddistingue il festival: “Attenzione all’ambiente prima di tutto, un’ attenzione che si manifesta con anche l’installazione di una fontana d’acqua potabile per il pubblico. L’intera area sarà poi attrezzata per la raccolta differenziata e saranno presenti piu’ stand gastronomici con prodotti locali di produzione propria”.

Da corollario agli spazi riservati agli artisti che disegnano dal vivo, ci saranno aree dedicate alle “giovani matite” dove i bambini possono avvicinarsi divertendosi al disegno o leggere i libri presi in prestito dagli stand delle biblioteche presenti.

Simone Massoni_PICNIC2014

Eppoi punti informazione, area enogastronomica a km zero, stand di artigianato artistico, workshop con brevi corsi: tutti ingredienti per vivere una giornata a colori.

Confermato il simpatico concorso di illustrazione.

Quest’anno il tema è “La capretta è affamata! Disegna un menu di quattro portate”. In palio non premi ma la possibilità per il vincitore di partecipare al festival come autore con il suo sketchbook dove racconterà a modo suo il pic nic. Tutti gli anni il tema del concorso è diverso, ma la capretta, mascotte del festival e del parco, c’è sempre.