Tempo di lettura: 1 minuto

Nella 27ª edizione dei degli European Film Awards, che ha  visto il trionfo di “Ida“, pellicola rivelazione della scorsa stagione diretta dal polacco Pawel Pawlikowski, l’Italia si porta a casa due premi non da poco, quello andato a Pif per “La mafia uccide solo d’estate” nella categoria miglior commedia, e quello per il miglior film d’animazione “L’arte della felicità” del regista napoletano Alessandro Rak.

Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, ha voluto dedicare il premio alle vittime della mafia, e nei suoi ringraziamenti si è rivolto ai concittadini europei: “Devo dire che sono orgoglioso di essere siciliano e di Palermo. Voi sapete che noi abbiamo la mafia, ma in Italia essere mafioso è un crimine. In Europa, no, non c’è il reato di associazione mafiosa: e questo è una vergogna”.

“La mafia uccide solo d’estate ha già vinto quest’anno il David di Donatello per il miglior regista esordiente a Pif (premiato anche con il David giovani); i Nastri d’argento per il miglior regista esordiente e per il miglior soggetto (Michele Astori, Pif e Marco Martani); il Globo d’oro per la migliore sceneggiatura, il Ciak d’oro Alice/Giovani per il regista. Nel 2013 ha ottenuto il premio del pubblico al Festival di Torino.

CONDIVIDI
Silvano Treccani
Nato a Leno nel 1964 lavora presso Cassa Padana Bcc dal 1995. Le sue grandi passioni sono la musica, il cinema, la lettura e la corsa podistica. Rigorosamente in quest'ordine. E guai a cambiarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *