Tempo di lettura: < 1 minuto

Sarà ancora più conveniente per gli imprenditori investire nell’acquisto di software e soluzioni 4.0. Per effetto del Decreto Aiuti (in corso di pubblicazione) entrerà in vigore una maggiorazione dell’incentivo fiscale previsto dal Piano Transizione 4.0.

La misura del credito di imposta sarà infatti elevata dal 20% al 50%, sempre con tetto a 1 milione di euro, per gli investimenti in beni immateriali di cui all’Allegato B della Legge 232/2016.

L’investimento si riferisce al periodo compreso dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022, ovvero entro il 30 giugno 2023 a condizione che, entro il 31 dicembre, il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Per il 2023 l’aliquota tornerà invece al 20% come previsto dall’ultima legge di bilancio, per poi calare al 15% nel 2024 e al 10% nel 2025.