Pizzighettone (Cremona) – Uno carico di esperienza maturata in varie società lombarde e piemontesi, l’altro che se la stà facendo pur non essendosi mai staccato dal nido biancoblù. Emanuele Gerli e Stefano Severgnini fanno parte del pacchetto dei “lunghi”, aggettivo che identifica la loro stazza e conseguentemente il ruolo che rivestono in campo.

Emanuele Gerli, per tutti “Lele”, al suo 3° anno in maglia Mazzoleni, dopo una prima stagione caratterizzata da un brutto infortunio che ne ha limitato molto l’azione sul campo, nello scorso torneo ha fatto vedere le sue doti di giocatore tonico, dal carattere deciso e dalla grinta spiccata che si manifesta soprattutto nelle azioni sotto i tabelloni nel “pitturato”.

Giocatore completo e con un’ottima capacità di lettura delle azioni sia in fase difensiva quanto in quella d’attacco, Lele sà essere punto di riferimento per i compagni di squadra ed in modo particolare, quando questa non stà girando al meglio e gli schemi precedentemente preparati non vengono eseguiti come da copione, da buon “veterano” interviene per spronare, incitare e richiamare i più giovani compagni. I suoi numeri stagionali parlano di 34 partite giocate, di 278 punti messi a referto con una media partita di 8,20 e con una punta di 20 in occasione dell’incontro della pool promozione con Gazzada. La società è lieta anche di comunicare che Gerli continuerà la sua opera di istruttore nel settore giovanile curando con particolare riguardo le formazioni dei più piccoli.

Stefano Severgnini, purissimo prodotto della “cantera” biancoblù, ripartirà quest’anno con rinnovato entusiasmo dopo l’annata, non certo fortunata, appena trascorsa. “Steve” rappresenta per la Mazzoleni Pizzighettone un elemento sul quale puntare decisamente anche perché il nuovo coach, sin dai primi momenti, non ha fatto mistero di credere fortemente in lui e di ritenerlo molto adatto al tipo di basket che egli desidera sviluppare in questa stagione.

Dotato di notevole atletismo (la capacità di “stoppare” l’avversario è una delle sue qualità migliori) e di un tiro dalla lunga distanza di buona fattura, Stefano, se la buona sorte si ricorderà che nei suoi confronti è assolutamente in debito, punta decisamente a migliorare i 102 punti realizzati quest’anno pari ad una media partita (purtroppo ne ha giocate solo 19) di 5,4 e con un picco di 15 punti in occasione dell’incontro vinto a Mortara contro una delle formazioni più toste dell’intero panorama lombardo.

Con Lele e Steve possiamo decisamente affermare che il nostro “pitturato” è molto ben presidiato!” – Ufficio Stampa Basket Team 1995 Pizzighettone.