Lovere (Bergamo) – Dal 24 al 28 giugno le vie del borgo orobico si vestiranno di silenzio, partendo da Piazza 13 Martiri. Per celebrare il trentennale dell’Associazione Silence Teatro (1985-2015) la X° edizione del Festival Teatrale “Silence Day” sarà interamente dedicata a loro e al meglio del repertorio esibito, in tre decenni di storia, nelle piazze e nei festival di tutta Europa. Le quattro giornate di Lovere sarannoSilence day 2015 dunque un premio all’impegno di un gruppo che, sulla ribalta del continente, ha interpretato il vissuto e la memoria di un territorio addormentato nel cuore dei monti. Perché il silenzio, come le emozioni, è una lingua universale.

L’Associazione Silence Teatro, vera protagonista dell’evento, ha inizialmente incoraggiato produzioni che privilegiassero il corpo come mezzo di espressione e comunicazione, ma ha poi saputo evolversi in forme più libere, come il teatro di strada, valorizzando la creatività degli interpreti nell’approfittare delle circostanze di piazze, vicoli e monumenti, coniugando le voci dell’arte con gli spazi della quotidianità. A ciò s’aggiunge il continuo e meritorio impegno nella promozione culturale, svolto organizzando progetti pedagogici, stages e rassegne teatrali, a cui s’accompagna un vivo e sincero interesse per il patrimonio storico-culturale della collettività, da cui scaturisce l’ispirazione del loro teatro.

Le date

Malapianta
Mercoledì 24 giugno alle ore 21, spettacolo itinerante che descrive i desideri, le solitudini e la natura dell’uomo, stavolta in scena nel centro storico di Lovere.

Io, Me Stesso… e altre cose
Giovedì 25 giugno alle ore 21, una produzione teatrale dalle forti tematiche sociali, un toccante racconto del dramma del disagio mentale e della sua voce spesso incompresa.

Figurazione
Venerdì 26 giugno alle ore 21, spettacolo itinerante dal 1990 ininterrottamente riproposto nelle piazze e nei festival d’Europa che avrà stavolta come teatro il suggestivo centro storico del borgo orobico.

Voci Straniere
Sabato 27 giugno alle ore 21, spettacolo molto riuscito che racconta il viaggio e i vari modi d’essere viaggiatori.

Suggestioni Barocche
Domenica 28 giugno alle ore 17, opera fortemente evocativa, sia per la gestualità dei personaggi che per gli eleganti costumi scenici.