Tempo di lettura: 3 minuti

La Fondazione Riccardo Catella (FRC), attiva da oltre dieci anni nello sviluppo di progetti civici, iniziative didattiche e nella promozione della cultura dello sviluppo sostenibile e responsabile del territorio, promuove per il secondo anno il progetto Porta Nuova Smart Camp in collaborazione con Dynamo Camp, e L’abilità Onlus.

Grazie alla co-progettazione delle attività da parte delle Associazioni coinvolte, il progetto offre – gratuitamente – una settimana di attività educative e ricreative, dal 1 al 5 luglio, a circa 50 bambini, dai 6 ai 12 anni, alcuni dei quali con disabilità o affetti da patologie gravi e croniche.

Tutte le attività sono pensate secondo il metodo della Terapia Ricreativa di Dynamo Camp Onlus, in una logica di accessibilità e inclusione per tutti i bambini; congiuntamente L’abilità Onlus, che da 20 anni ricerca e struttura attività declinate sui bisogni dei bambini con disabilità, favorisce, grazie al proprio metodo psicoeducativo, l’inclusione di bambini con disabilità con lo scopo di restituire loro il diritto e il piacere del gioco.

Appuntamento da lunedì
Appuntamento da lunedì

L’edizione pilota 2018 si è conclusa con l’entusiasmo dei piccoli protagonisti e delle loro famiglie e ha visto coinvolte 4 organizzazioni non profit, 45 bambini, 90 genitori, 20 persone di staff, 25 volontari e 5 aziende dell’area di Porta Nuova. L’impatto sociale della prima edizione del progetto è stato misurato attraverso un report realizzato dalla Fondazione Riccardo Catella in collaborazione con Dynamo Camp, consultabile online.

Anche per l’edizione 2019, Porta Nuova Smart Camp offrirà ai bambini con bisogni speciali un’esperienza comune con altri loro coetanei, con l’obiettivo di creare un momento di inclusione e condivisione che vada al di là delle differenze di ognuno e con un’attenzione al benessere di tutti.

Durante le giornate del Camp, un team di circa 30 professionisti specializzati e altrettanti volontari qualificati, accompagneranno i bambini alla scoperta degli spazi pubblici e delle aree verdi di Porta Nuova e del parco Biblioteca degli Alberi attraverso un’esperienza educativa e di gioco unica. In veste di volontari, parteciperanno anche alcuni studenti adolescenti della scuola Oliver Twist dell’Associazione Cometa con la quale la Fondazione Riccardo Catella ha avviato una partnership sul progetto.

La connessione tra natura, architettura sostenibile, innovazione tecnologica e intrattenimento che caratterizza l’anima smart del distretto di Porta Nuova, sarà al centro delle attività ludico-ricreative del Porta Nuova Smart Camp: attività all’aria aperta, nel parco Biblioteca degli Alberi, come dog therapy, laboratori dedicati al mondo della radio, del musical e del circo, momenti dedicati alla stimolazione sensoriale, e attività di video making e editing con dispositivi tech.

Come per la prima edizione, sono previste anche visite alle aziende high tech e ai building sostenibili e inclusivi presenti nel distretto come ad esempio l’headquarter di COIMA.

Durante l’edizione pilota del 2018, sono stati organizzati laboratori nelle aziende da sempre attente all’integrazione fra tecnologia e rispetto per l’ambiente. Le visite hanno permesso ai piccoli protagonisti di viaggiare con la fantasia grazie alla realtà virtuale come strumento di gioco e di progettazione, alla musica e ai più innovativi programmi software messi a disposizione dalle aziende che hanno aderito al programma.

Porta Nuova Smart Camp nasce dalla sinergia tra realtà non profit che hanno già avviato collaborazioni sui temi dell’inclusione: dal progetto “Il Parco dei Diritti dei Bambini” con cui nel 2008 è iniziata la collaborazione tra FRC e L’abilità onlus, all’iniziativa del 2016 “Tombolata di Natale con merenda” di FRC e Dynamo Camp.

Il progetto del Camp è patrocinato dal Comune di Milano e sostenuto, in qualità di Main Partner, da Fondazione Cariplo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *