Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Porte Aperte Festival si terrà a Cremona nel weekend dell’11-12-13 giugno prossimi, parola degli organizzatori. L’Associazione Culturale Porte Aperte, unitamente al Centro Fumetto Andrea Pazienza, il Comune di Cremona e il gruppo dei curatori, sono infatti lieti di confermare che l’appuntamento con il festival.

Si tratterà nuovamente di un’edizione ridotta e un po’ speciale rispetto alle prime quattro, ma decisamente più ampia rispetto a quella coraggiosa e tenace dello scorso anno. Un’edizione che affronteremo però con il medesimo senso di responsabilità di chi desidera fare le cose per bene, garantendo, nel contempo, il piacere della fruizione di eventi culturali, e la tutela della sicurezza e della salute per tutti i partecipanti, i volontari, i prestatori di servizi e gli artisti presenti.

Un’edizione inevitabilmente subordinata ai protocolli che Governo e Regione che impongono le giuste precauzioni che ognuno dovrà continuare ad assumere nell’interesse di tutti. Ma sarà bellissimo ritrovarsi e, in attesa degli abbracci che presto speriamo di poterci scambiare, poter almeno incrociare i nostri sguardi assetati di relazioni, di vita, di conoscenza e di divertimento.

Verranno allestiti 50 appuntamenti, dislocati in 9 location della città (3 cortili per gli eventi diurni, Porta Mosa per gli appuntamenti serali e 5 diversi siti per altrettante mostre, alcuni dei quali particolarmente innovativi), scelte per le loro caratteristiche di adattabilità alle eccezionali esigenze che questa emergenza sanitaria continua ad imporci e per la loro ubicazione di prossimità al tessuto economico locale, al cui rilancio sentiamo di voler collaborare.

Ciascun appuntamento potrà essere seguito dal vivo, con posti seduti, preassegnati e distanziati, da un numero di persone compatibile con le dimensioni degli spazi individuati, oltre che in diretta streaming o social sul web.

Di respiro nazionale la programmazione e l’offerta culturale, che ancora una volta conserveranno tutta la qualità, profondità e articolazione per cui il PAF si è fatto conoscere ed apprezzare fino ad oggi, prioritariamente nei linguaggi espressivi del fumetto, della scrittura e della musica.

Saranno dunque al Porte Aperte Festival 2021 Piero Pelù suo nuovo romanzo autobiografico “Spacca l’infinito”, Margherita Vicario, Marco Belpoliti, Lisa Ginzburg, Nicola Lagioia, Giuseppe Culicchia, Vanna Vinci, Stefano Turconi e Teresa Radice. Ma molte altre sorprese riserverà questa sesta edizione del Porte Aperte Festival, il cui tema portante sarà quello dell’”identità”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome