Vi sarà sicuramente capitato di ricevere email da mittenti sconosciuti che millantano credito verso di voi o che reclamano pacchi mai ricevuti. Per non parlare di quelli che vi propongono transazioni finanziare da milioni di euro per le quali vi viene riconosciuta una percentuale.
Ecco. Fate attenzione e non aprite in alcun caso gli allegati di queste mail.
Anzi gettatele immediatamente a fiume.

CryptoLocker è una forma di Ransomware infettante dei sistemi Windows, che cripta i dati della vittima e richiedere un pagamento per la decrittazione.

Generalmente si diffonde come allegato di posta elettronica apparentemente lecito e inoffensivo che sembra provenire da istituzioni legittime. In realtà l’allegato contiene un file eseguibile con una icona e una estensione pdf.

Nell’ultimo periodo il malware si sta diffondendo sotto forma di email proveniente da mittenti apparentemente attendibili.
 All’interno della mail è presente un link di rimando al sito malevolo che scarica il CryptoLocker ed inizia a cifrare i file del disco rigido, i dischi di rete mappati sul pc e le unità USB inserite e prende dunque in ostaggio i file,  rendendoli inaccessibili e chiedendo un riscatto per sbloccarli, anche se CryptoLocker viene rimosso subito, i file rimangono cifrati in un modo irrecuperabile.

Il software quindi informa l’utente di aver cifrato i file e richiede un pagamento in USD o Euro con un voucher anonimo e prepagato o 0.5 Bitcoin per decifrare i file.

Per evitare di incorrere in questa ed altre minacce il consiglio è di evitare di aprire gli allegati se il messaggio non sembra riconducibile a qualcosa di reale, tenere aggiornato l’antivirus e fare regolarmente un backup dei dati in una posizione non raggiungibile facilmente (ad esempio, un disco esterno che viene collegato solo a tale scopo).