Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Nel variegato e pregiato tessuto architettonico della città del Torrazzo, il centro storico e i suoi splendidi palazzi, le piazze e le chiese, i monasteri e i musei che raccontano epoche e vicissitudini storiche di Cremona, v’è posto anche per un pregiato esempio di Art Nouveau: la Palazzina Liberty. Un edificio costruito all’inizio del scolo scorso, è posto a oriente, appena al di fuori del centro storico, e a oriente ora guarda alla sua ventura futura, sarà infatti sede del MOOD Asian Food Factory.

Da venerdì 5 luglio il MOOD Asian Food Facctory prende sede nella Palazzina Liberty per proporre prelibatezze orientali e contaminare piacevolmente la rinomata ed eccellente cucina della terra cremonese. La Palazzina Liberty fu costruita nel 1905 come sede della Borsa Mercato, dove si contrattava il bestiame, è un pregevole esempio di quel movimento artistico che condizionò l’architettura, la pittura, il design a cavallo tra due secoli che prese il nome di Art Nouveau e che in Italia passò sotto il nome di Stile Liberty.

Dopo un attento e rispettoso restauro conservativo, un moderno arredo che sposa e si amalgama con la funzione futura orientaleggiante, senza nulla togliere alla raffinatezza della palazzina, all’atmosfera romantica e all’eleganza decorativa dell’ovattato periodo Liberty della Belle Époque, il MOOD Asian Food Facctory si propone di far viaggiare con il palato i suoi fruitori, portandoli a oriente, con cibi preparati da selezionati chef e maestri di sushi, una professione molto difficile da intraprendere in Giappone e che richiede anni di apprendimento e sacrificio.

Oggi Cremona, immersa in una prospera campagna rigogliosa a vocazione contadina, bagnata dal grande fiume, è la capitale della musica, con il Museo del Violino, il Teatro Ponchielli, le botteghe di maestri liutai e il loro sapere antico, divenuto patrimonio Unesco, è sempre più una meta di turismo colto, e internazionale la cui parte culinaria rappresenta un tassello importante.

Il MOOD Asian Food Facctory è quindi un valore aggiunte per il turista internazionale che approda in città e diviene una meta di fascino per i cittadini e i visitatori nostrani, che possono trovare una sfiziosa variante alla prelibatezze culinarie del territorio.

In cibo orientale ha origini antiche, rispetta le tradizioni di preparazione secondo regole che sfiorano il mistico, al MOOD Asian Food Facctory si punta però all’innovazione, perlomeno per quanto riguarda la tecnologia, difatti agli ospiti viene consegnato un tablet, che fa le funzioni di cameriere virtuale e dialoga direttamente con la cucina, ma all’occorrenza una schiera di gentili addetti alla sala possono correre in soccorso per la spiegazione e consigliare la giusta comanda.

Dall’aperitivo alla ristorazione il MOOD Asian Food Facctory promette qualità e cortesia per un viaggio nelle prelibatezze asiatiche nel cuore di Cremona.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *