E’ ormai a buon punto la fase organizzativa della venticinquesima edizione del Premio del Volontariato Internazionale Focsiv.

Entro il 27 agosto sarà infatti possibile candidarsi per le due diverse categorie del Premio: Giovane Volontario Europeo, che valorizza la dimensione giovanile del volontariato proposta dai vari programmi europei , e Volontario dal Sud, un riconoscimento che valorizza l’impegno dei tanti immigrati che dall’Italia, con progetti di co-sviluppo, si adoperano alla crescita del proprio Paese di origine oppure sono impegnati nella propria terra con progetti volti ai più vulnerabili o allo sviluppo della propria Nazione.

Per le due categorie, il criterio preferenziale di selezione sarà l’impegno nell’ambito di interventi tesi a promuovere lo Sviluppo Umano Integrale, secondo lo spirito tracciato 50 anni orsono dall’Enciclica di Paolo VI “Popolorum Progressio”, riconfermata ed ampliata dalla “Laudato Si’”.

Per candidarsi in una delle 2 categorie, basta seguire  il Regolamento e inviare la domanda entro il 27 agosto, allegando brevi video di presentazione, realizzati con la propria organizzazione di appartenenza. Nella seconda fase del concorso questi video potranno essere votati online.

I festeggiamenti per la 25° edizione del Premio e la consegna dei riconoscimenti ai premiati sono previsti per giovedì 29 novembre, data prossima alla Giornata Mondiale del Volontariato indetta dalle Nazioni Unite per il 5 dicembre.

In particolare, questo anno al centro della Cerimonia di premiazione sarà posta l’analisi del valore, per i giovani, dell’esperienza di volontariato, mettendo in evidenza quali siano state le competenze, anche trasversali, acquisite grazie a questo impegno lungo 12 mesi.

“Il volontariato – spiega Gianfranco Cattai, Presidente Focsiv- è da sempre una scelta di valore, un modello individuale di responsabilità civile e sociale verso il proprio Paese, la propria comunità e, soprattutto, verso se stessi.

È proprio nell’acquisizione delle competenze, trasversali e professionali, che l’impegno nel volontariato diventa un momento di crescita per chi decida di volersi confrontare con realtà diverse dalla propria e condividere un pezzo della propria vita a favore degli altri. Qui sta il senso profondo di 25 anni del Premio del Volontariato Internazionale Focsiv.

In 46 anni con le nostre organizzazioni sono partiti 27.000 volontari internazionali e giovani in Servizio Civile, molti dei quali hanno fatto di questa esperienza una scelta di vita, trasformandola, arricchendola e consegnandole un valore che oggi permea tutta il loro agire ed al cui centro è l’attenzione verso gli altri e se stessi.

L’anno di volontariato o comunque gli anni dedicati a questo servizio, qualsiasi decisione sia stata intrapresa successivamente a questo periodo, è una spinta per la crescita individuale come cittadini responsabili; persone in grado di innescare un processo che possa attuare cambiamenti ambientali, sociali, civili a favore dell’Umanità. Oggi più che mai abbiamo bisogno di loro.”