Tempo di lettura: 2 minuti

E’ ormai a buon punto la fase organizzativa della venticinquesima edizione del Premio del Volontariato Internazionale Focsiv.

Entro il 27 agosto sarà infatti possibile candidarsi per le due diverse categorie del Premio: Giovane Volontario Europeo, che valorizza la dimensione giovanile del volontariato proposta dai vari programmi europei , e Volontario dal Sud, un riconoscimento che valorizza l’impegno dei tanti immigrati che dall’Italia, con progetti di co-sviluppo, si adoperano alla crescita del proprio Paese di origine oppure sono impegnati nella propria terra con progetti volti ai più vulnerabili o allo sviluppo della propria Nazione.

Per le due categorie, il criterio preferenziale di selezione sarà l’impegno nell’ambito di interventi tesi a promuovere lo Sviluppo Umano Integrale, secondo lo spirito tracciato 50 anni orsono dall’Enciclica di Paolo VI “Popolorum Progressio”, riconfermata ed ampliata dalla “Laudato Si’”.

Per candidarsi in una delle 2 categorie, basta seguire  il Regolamento e inviare la domanda entro il 27 agosto, allegando brevi video di presentazione, realizzati con la propria organizzazione di appartenenza. Nella seconda fase del concorso questi video potranno essere votati online.

I festeggiamenti per la 25° edizione del Premio e la consegna dei riconoscimenti ai premiati sono previsti per giovedì 29 novembre, data prossima alla Giornata Mondiale del Volontariato indetta dalle Nazioni Unite per il 5 dicembre.

In particolare, questo anno al centro della Cerimonia di premiazione sarà posta l’analisi del valore, per i giovani, dell’esperienza di volontariato, mettendo in evidenza quali siano state le competenze, anche trasversali, acquisite grazie a questo impegno lungo 12 mesi.

“Il volontariato – spiega Gianfranco Cattai, Presidente Focsiv- è da sempre una scelta di valore, un modello individuale di responsabilità civile e sociale verso il proprio Paese, la propria comunità e, soprattutto, verso se stessi.

È proprio nell’acquisizione delle competenze, trasversali e professionali, che l’impegno nel volontariato diventa un momento di crescita per chi decida di volersi confrontare con realtà diverse dalla propria e condividere un pezzo della propria vita a favore degli altri. Qui sta il senso profondo di 25 anni del Premio del Volontariato Internazionale Focsiv.

In 46 anni con le nostre organizzazioni sono partiti 27.000 volontari internazionali e giovani in Servizio Civile, molti dei quali hanno fatto di questa esperienza una scelta di vita, trasformandola, arricchendola e consegnandole un valore che oggi permea tutta il loro agire ed al cui centro è l’attenzione verso gli altri e se stessi.

L’anno di volontariato o comunque gli anni dedicati a questo servizio, qualsiasi decisione sia stata intrapresa successivamente a questo periodo, è una spinta per la crescita individuale come cittadini responsabili; persone in grado di innescare un processo che possa attuare cambiamenti ambientali, sociali, civili a favore dell’Umanità. Oggi più che mai abbiamo bisogno di loro.”

CONDIVIDI
Redattore Sociale
Il Network di Redattore sociale raggruppa diverse iniziative di informazione, documentazione e formazione sui temi sociali. A promuoverle è la Comunità di Capodarco di Fermo, dal 1966 una delle organizzazioni italiane più attive nell’intervento a favore di persone in difficoltà e oggi diffusa in varie regioni. Motore di questa rete è la redazione dell’Agenzia giornalistica quotidiana Redattore sociale, nata nel febbraio 2001 ed oggi attiva su un portale web riservato agli abbonati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *