Paullo, Milano. Si è ben meritato il premio letterario dell’ XVIII edizione “Lago Gerundo”, nella sezione saggistica ‘Premio Epistolari’ , Federico Migliorati, scrittore bresciano, con il suo saggio “Come nasce un poeta – Roberto Pazzi, Vittorio Sereni. Epistolario 1965-1982”.

“Come nasce un poeta è la raccolta della lunga corrispondenza tra due poeti: il letterato di chiara fama Vittorio Sereni ed il giovane esordiente Roberto Pazzi. Frutto di un’accurata ricerca di archivio, nel volume risulta quasi palpabile il lavoro che il curatore ha compiuto sui manoscritti per ricostruire il carteggio.” Si legge nella motivazione del premio “Si tratta di una lettura godibile e a tratti divertente, in cui si avverte la smania di emergere di una nuova voce poetica e la più saggia, talvolta troppo occupata, penna dell’artista ormai affermato. Il volume è impreziosito da una bella intervista a Pazzi a cui Migliorati aggiunge, in una prosa elegante e puntuale, una nota al testo e due brevi biografie dei poeti.” (Roberta Grandi, per la giuria del Premio, motivazione della premiazione, Paullo, 21 novembre 2020)

Premio consistente in una targa e in un’erogazione in denaro. Le premiazioni in presenza erano previste presso il Comune di Paullo il 21 novembre scorso, ma sono state annullate causa pandemia con invio dei riconoscimenti tramite consegna postale.

Federico Migliorati ha dichiarato. “Ringrazio la giuria per la scelta caduta sull’opera da me curata. È un riconoscimento prestigioso che non posso non condividere con Roberto Pazzi, singolare figura di poeta e scrittore che ha saputo eccellere tanto nei versi quanto nei romanzi, e con l’editore Minerva, coraggioso promotore culturale che ha fortemente e fin da subito scommesso su questo libro. A loro il mio grazie più sentito che estendo anche ai familiari ed eredi di Vittorio Sereni, fondamentali per la pubblicazione delle lettere del grande intellettuale di Luino.”