Tempo di lettura: 2 minuti

È disponibile in digitale “Ronca Beats”, canzone divertente ed educativa che promuove salute e prevenzione, pensata anche per essere insegnata con facilità nelle scuole ai bambini.

È nata da un’intuizione della dottoressa Marisa Roncati, laureata in Lettere classiche, in Odontoiatria e in Igiene Dentale, che ha ideato il protocollo R.O.N.C.A. (Reduction Of New Contagious Aerosol) che suggerisce di detergere frequentemente occhi, naso e bocca per prevenire l’infezione da virus e batteri.

Realizzata con l’aiuto del producer Giangi Cappai e cantata da Nia Martin, “Ronca Beats” promuove le semplici mosse di detersione suggerite dal protocollo, grazie ad un testo in inglese immediato: “Step 1/ wipe your eyes so the virus can’t get inside; Step 2/ clean your nose virus got nowhere to hide; Step 3/ clean your mouth and teeth and we got this virus beat; You and I gonna stay virus free” (Step 1/ pulisci gli occhi affinché il virus non possa entrare; Step 2/ pulisci il naso così il virus non saprà dove nascondersi; Step 3/ pulisci bocca e denti per sconfiggere il virus). Perché i semplici consigli del protocollo arrivino a più persone possibili, è stato realizzato anche un video che raccoglie la testimonianza di oltre 100 amici, colleghi e pazienti della dottoressa provenienti da tutto il mondo e di tutte le età.

In questo periodo di pandemia molte più persone hanno imparato a lavare e disinfettare frequentemente le mani. Gli studi e l’esperienza clinica, hanno portato la dottoressa Roncati ad affermare che a questo comportamento corretto è importante che si aggiungano ulteriori atti di prevenzione, come la detersione di occhi, naso e bocca.

Il protocollo R.O.N.C.A. – spiega Roncati – necessita soltanto di tre frammenti di garze imbevute di soluzione fisiologica oppure di clorexidina 0,12 per cento, disponibili sul mercato anche in confezioni monouso, che vanno a detergere delicatamente le palpebre degli occhi, le narici e la cavità orale. In particolare, la prevenzione nell’ambito della cavità orale dovrebbe svolgersi quotidianamente in quanto uno sciacquo con collutorio non è sufficiente a rimuovere il biofilm, ma è necessario eseguire manovre di strofinamento”.

La Fondazione Elisabetta Sgarbi ha contribuito a finanziare gli studi in vitro in collaborazione con la prof.ssa Caselli, presso il reparto di Microbiologia dell’Università di Ferrara, per valutare l’efficacia di questo metodo nel ridurre infezioni del cavo orale, e ha conferito la borsa di studio / Premio alla cultura “L’importanza della salute orale per la salute generale” a un ricercatore del reparto di Microbiologia dell’Università di Ferrara.

“La musica – conclude Roncati – è un linguaggio universale perfetto per divulgare un principio che impatta sulla salute generale. Oltre a indossare la mascherina e rispettare il distanziamento interpersonale nei locali chiusi, la detersione frequente di occhi, naso e bocca aiuta a evitare raffreddori, influenze e molti altri mali di stagione trasmissibili con le goccioline dell’aerosol.

Questo protocollo è vantaggioso per la salute globale e grazie all’intuizione del mio paziente Giangi Cappai lo abbiamo trasformato in una canzone allegra che invita a ballare, migliorando il benessere fisico e psichico, per un sorriso pieno di salute”.