Tempo di lettura: 2 minuti

Pesaro – La Vanoli Cremona si impone 68-79 a Pesaro grazie a una buona prestazione di squadra e dopo 40 minuti sempre avanti nel punteggio. Gli uomini di Sacchetti partono subito bene anche se il primo tentativo di break (8-16 grazie alle due triple di Ricci) vede l’immediata risposta di Pesaro. Il quarto si conclude 15-22. Nel secondo parziale Cremona gioca bene in transizione e sfruttando anche gli errori al tiro di Pesaro (0/9 da tre nei primi 20 minuti) scappa sino al + 16 dell’intervallo lungo (32-48).

Nel terzo quarto i biancoblù subiscono il ritorno dei padroni di casa che grazie all’energia di Omogbo riescono a rientrare sotto la doppia cifra di svantaggio (53-60). Negli ultimi 10 minuti di gioco la Vanoli riesce però a ritrovare il ritmo in attacco e, grazie anche a una buona difesa e alle due triple di Drake Diener e Ricci, riporta il vantaggio sopra il margine di sicurezza (58-71). Nel finale è Martin a mettere il punto esclamativo con una schiacciata da top ten di Legabasket. Finisce 68-79 con Cremona che può festeggiare la prima vittoria esterna di questa stagione.

Per la Vanoli Cremona Darius Johnson-Odom è chirurgico: per lui 20 punti con 5/9 da 3, 6 assist e 4 rimbalzi. In doppia doppia Henry Sims (17 punti e 10 rimbalzi), mentre Ricci ne scrive 12 con 3/4 da tre. Ma tutti gli uomini di Sacchetti, ad eccezione di Travis Diener, vanno a referto. Per Pesaro il migliore è Omogbo con 21 punti, 18 rimbalzi e 9 falli subiti per 39 di valutazione. 19 punti a testa per Eric Mika e Dallas Moore che aggiunge anche 13 rimbalzi.

Cremona va sotto a rimbalzo (51 a 35) ma sfrutta tutti i suoi uomini in campo. 24-3 per i biancoblu infatti il fatturato dalla panchina. La Vanoli alza il numero dei possessi e dei tiri (78 a 58) e, grazie anche all’11/30 da oltre l’arco, si mantiene costante in attacco superando di poco la sua precedente media partita (78.3) La V.L. d’altro canto non trova la via del canestro da fuori tirando con 1/18 da tre. Cremona inoltre forza a Pesaro 17 palle perse e gioca più di squadra mettendo a referto 21 assist contro i 9 dei padroni di casa.

L’approccio dei biancoblu all’incontro è positivo. Un secondo quarto giocato bene in attacco e in transizione porta sicurezza agli uomini di Sacchetti. L’inizio dell’ultimo periodo di gioco la fa ritrovare dopo il calo di tensione del terzo quarto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *