Brescia. “Cartoni animati in corsia” il progetto con i giovani pazienti dell’Ospedale dei Bambini di Brescia premiato al DUFF – Dubrovnik Film Festival. Grande riconoscimento per il lavoro ma soprattutto per la finalità del programma, consiste nella proposta di laboratori di cinema d’animazione e visione guidata di cortometraggi d’autore ai giovani e giovanissimi pazienti dei reparti pediatrici di Chirurgia, Neuropsichiatria, Oncoematologia, Ortopedia, Otorinolaringoiatria e Pediatria.cartoni-animati-in-corsia

Dove Vai?, piccolo film d’animazione realizzato da Arianna, Ingrid, Sara e Silvana, giovani pazienti dell’Ospedale dei Bambini di Brescia e nato nell’ambito del progetto Cartoni animati in corsia 2014, si aggiudica il primo premio della categoria animazione “16-20 anni” del Dubrovnik Film Festival.

La giuria motiva così la propria scelta:Una forte struttura narrativa del film in coppia con l’eccellente tecnica di animazione scelta (animazione nella sabbia) ha costruito con incanto una poesia. Congratulazioni!”.

Cartoni animati in corsia, progetto unico a livello nazionale e tra i pochi in ambito internazionale, da oltre tre anni, anima le corsie dell’Ospedale dei Bambini di Brescia con i suoi laboratori è promosso dall’associazione Avisco in collaborazione con l’Ospedale dei Bambini presidio dell’Azienda Ospedaliera Spedali Civili di Brescia. Il progetto è attualmente presente in tutti i reparti pediatrici e coinvolge gli insegnanti dell’Istituto Comprensivo Brescia Centro 3, di cui fa parte la Scuola in Ospedale e l’Ufficio Scolastico Territoriale.dove_vai

Dove Vai? Dal  reparto di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza e un corto di animazione con l’uso della sabbia della durata di 2′ 10” con testo di Chiara Carminati tratto dal libro Occhi sulla città, foto e progetto di Ilaria Turba, edizioni Artebambini.

La sabbia è fine, leggera, incontenibile e volatile. Non parrebbe proprio un materiale adatto ad essere animato. Questa tecnica è una delle più complicate e solo gli animatori più esperti sfidano la sua solida liquidità. Arianna, Ingrid, Sara e Silvana non si sono lasciate intimorire e hanno intrapreso un viaggio alla scoperta di una tecnica e di un testo, quello di Chiara Carminati, profondo ed aperto ad accogliere significati ed emozioni delle autrici. Il risultato è un film d’animazione completamente realizzato da loro, dallo story-board, alle animazioni, alla voce fuori campo e infine, alla sonorizzazione.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.