Tempo di lettura: 1 minuto

Sul sito del Ministero degli Affari Esteri è stato pubblicato l’avviso 2015 nell’ambito dell’accordo quadro di cooperazione scientifico-tecnologica tra Italia e Cina.

L’obiettivo è finanziare progetti che mostrino un forte impatto bilaterale, volti a rafforzare laboratori congiunti già esistenti o a crearne di nuovi, al fine di produrre ricadute concrete in campo industriale o di raggiungere obiettivi scientifici di particolare rilievo.

Le proposte devono riguardare una delle seguenti aree prioritarie di ricerca:

  • biotecnologie e medicina, (proteomica e genomica, ricerca sul cancro, malattie neurodegenerative e cardiovascolari, medicina rigenerativa);
  • ambiente (bonifica del suolo, purificazione delle acque e rilevazione dell’inquinamento);
  • nanoscienze e materiali avanzati;
  • fisica (fisica delle alte energie);
  • aerospazio (esplorazione dello spazio profondo, telerilevamento);
  • urbanizzazione sostenibile (città intelligenti, Internet delle cose, ICT).

Per partecipare c’è tempo fino al 15 dicembre 2015.

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *