Tempo di lettura: 3 minuti

Cremona. Salpa in questi giorni un progetto formativo per i giovani studenti degli istituti scolastici Ala Ponzone Cimino e Torriani di Cremona, concepito dal Zonta Internationale Club Cremona, tema del progetto: “Al di là del genere”, che avrà in compito di dare risposte ai quesiti problematici dei giovani in fase adolescenziale.

Zonta Internationale Club Cremona, nato a giugno 1997, fin da subito si caratterizza per sua mission molto specifica: il sostegno e l’aiuto alle donne. Negli anni di attività l’associazione ha avuto sostegno e collaborazione con Cassa Padana.

L’adolescenza è la fase della vita in cui nascono domande relative all’identità di genere e all’orientamento sessuale che si traducono spesso in comportamenti rispondenti a modelli prodotti dal mondo. Questi modelli troppo spesso si traducono in stereotipi che frequentemente tendono a confermare un atteggiamento di prevaricazione dell’uomo sulla donna.

Educare al genere quindi deve divenire per gli adolescenti un momento in cui apprezzare la ricchezza delle diversità nei corpi, nell’intercultura e di tutte quelle differenze che devo essere viste come una risorsa e non come un difetto. La scuola quindi diviene il contesto privilegiato in cui proporre percorsi di educazione su questo tema in quanto spesso al suo interno si confermano profonde differenze di genere.

La scuola quindi ha il compito di veicolare degli interventi volti a riconoscere e sensibilizzare la qualità (e l’unicità) di tali differenze per tradurle in comportamenti di rispetto dell’altro, indipendentemente dal genere e dall’appartenenza sessuale, attraverso una pratica educativa che sappia coinvolgere sia gli studenti che gli insegnanti.

Ecco quindi che la proposta progettuale prevede proprio un doppio binario, un lavoro sinergico con insegnanti e alunni:

Azione 1 – incontro eslorativo/informativo con i ragazzi di prima e seconda

Gli obiettivi sono: comprendere come l’identità sia espressione di atteggaimenti, comportamenti e abitudini di uomini e donne che cambiano in base alla cultura; riconoscere il ruolo degli stereotipi di genere; promuovere il valore della diversità nella relazione con l’altro.

La conduzione sarà a cura di uno psicologo che presenterà ai ragazzi anche l’esperienza di un giovane quale testimone privilegiato che sta seguendo il percorso di ri-educazione sotto la tutela del Tribunale per i Minorenni di Milano.

Azione 2 – formazione docenti

A partire dalle varie discipline insegnate i vari docenti verranno invitati a riflettere su contenuti, metodologie e strategie volte  promuovere e valorizzare le differenze di genere nella loro didattica quotidiana. Gli incontri possono divenire un’occasione di una “messa a tema” di quei vissuti che diventano uno scambio e un confronto formativo per tutti. Il progetto prevede anche una terza fase che verrà attuata nel prossimo anno scolastico

Azione 3 – per education

3 incontri di formazione con i ragazzi che saranno scelti dagli insegnanti tra le classi terze e quarte per ricoprire il ruolo di “tutor” dei loro compagni più piccoli (classi prime e seconde).

3 incontri per ogni classe in cui i Tutor appositamente formati, entreranno nelle classi per svolgere il progetto, accompagnati da un adulto (insegnante o tirocinante psicologo).

1 incontro finale con i Tutor per la verifica degli incontri svolti in classe.

Destinatari: i ragazzi da formare come Tutor che saranno scelti nelle classi terze e quarte e svolgeranno il percorso formativo di 3 incontri.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *