E’ stata prorogata al 30 settembre 2016 la raccolta di manifestazioni di interesse per il Programma di Cooperazione Italia – Svizzera.

Le candidature dovranno pervenire sui temi dei 5 Assi, ovvero: Competitività delle imprese; Valorizzazione del patrimonio naturale e culturale; Mobilità integrata e sostenibile; Servizi per l’integrazione delle comunità; Rafforzamento della governance transfrontaliera.

L’invito è aperto a enti pubblici e privati, PMI, enti di ricerca, associazioni ed ONG. Per l’Italia i soggetti devono avere sede nelle seguenti regioni: Valle d’Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano, Province di Como, Lecco, Sondrio e Varese (Regione Lombardia), Novara, Vercelli, Biella e Verbano-Cusio-Ossola (Regione Piemonte), mentre per la Svizzera nei tre Cantoni Ticino, Grigioni, Vallese.

In questa fase non è prevista alcuna attività di valutazione, i partenariati che presentano le manifestazioni di interesse saranno tenuti a partecipare ad un percorso di laboratori informativi che si svolgeranno nel mese di ottobre 2016.

A conclusione della manifestazione di interesse verrà pubblicato il bando con due linee di finanziamento: per i progetti brevi, di durata non superiore ai 18 mesi e per i progetti di durata compresa tra 18 e 36 mesi.

Il contributo potrà raggiungere il 100% del costo ammesso per i beneficiari pubblici italiani, il 75% per i privati.