E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto di attuazione degli incentivi fiscali all’investimento in startup innovative. A fronte dei conferimenti effettuati nel 2016 le persone fisiche possono ottenere una detrazione Irpef del 19% dell’investimento fino a un massimo investito pari a 500 mila euro, mentre le persone giuridiche godono di una deduzione dall’imponibile Ires del 20% dell’investimento fino a un massimo investito pari a 1,8 milioni di euro.

Il beneficio fiscale è maggiore se l’investimento riguarda le startup a vocazione sociale e quelle che sviluppano e commercializzano prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico in ambito energetico (detrazione Irpef al 25%; deduzione dall’imponibile Ires al 27%).

Gli incentivi valgono sia in caso di investimenti diretti in startup, sia in caso di investimenti indiretti per il tramite di organismi di investimento collettivo del risparmio e altre società che investono prevalentemente in startup. Le agevolazioni spettano a condizione che gli investitori ricevano e conservino le certificazioni richieste e il piano di investimento della startup innovativa.

GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.