Tempo di lettura: 2 minuti

Torino. Il genio creativo di Chiara Tambani, attrice e autrice teatrale cremonese, è sempre dinamico e produttivo, conferma l’amore viscerale che l’artista ha per il teatro.

Il nuovo lavoro di Chiara: “Quando arriva l’amore” andrà in scena sabato 13 gennaio alle ore 21 al Teatro di Cambiano (Torino), con repliche il 20 alle ore 21 e il 14 e 21 gennaio alle ore 16.

Una trasferta torinese per la prima della commedia. È una pièce ironica, brillante e divertente, giocata su spiritose gag ed equivoci. Vede protagonisti una procace prostituta dal cuore tenero che tenta in tutti i modi di tenere nascosta la sua “professione” alla casta e pura sorella, che le piomba in casa all’improvviso dopo anni di lontananza. A complicare la situazione contribuiscono due personaggi maschili, uno perdutamente innamorato della prostituta, l’altro con una strana attrazione per la sorella, bruttina e decisamente all’oscuro delle arti amatorie.

La regia è affidata a Luigi Serra, attore e regista. Serra  da ragazzo, con un gruppo di amici, fonda negli anni Ottanta la Compagnia Teatrale Poirinese “Le Gesta” con cui collabora fino agli anni duemila, realizzando spettacoli di successo. Negli ultimi anni collabora attivamente con il Laboratorio Teatrale di Cambiano con cui ha realizzato una lunga serie di allestimenti teatrali, specializzandosi nella regia.

– Come autrice – spiega Chiara Tambani – mi è sempre piaciuto guardare alla vita con leggerezza ed ironia. Mi diverto ad immaginare i lati buffi delle persone e mi piace pensare che esse siano spesso molto diverse da come vorrebbero apparire agli altri. Questa è stata la fonte di ispirazione per molti dei miei testi, nei quali mi piace stravolgere situazioni apparentemente ‘normali’ e svelare i lati più nascosti e divertenti di personaggi che alla fine mostrano una natura ben diversa da come inizialmente volevano far credere –

Il cast è composto dagli attori: Alessandra Fusaro, Laura Giusto, Giorgio Subrito e Carlo Mosso.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *