Tempo di lettura: 2 minuti

Padernello (Brescia) – Un concerto-spettacolo dedicato al Maestro Giuseppe Verdi, per ricordarlo non solo con la musica e il canto ma con una performance teatrale che, attraverso lettere autografe, ne ripercorre la vita, la storia e gli amori, che si fondono con le composizioni del Maestro Verdi.

Interpreti della serata Angela Gandolfo, soprano; Antonietta Centoducati, attrice; M° Roberto Barrali, pianoforte, all’interno della V° edizione della rassegna “La Cetra d’Apollo

A condurre il racconto, in un immaginario salotto di Villa Sant’Agata, sarà l’amata Giuseppina Strepponi, interpretata dall’attrice Maria Antonietta Centoducati, che reciterà stralci delle lettere scritte da Verdi nel corso della vita.

Come un fil rouge di ricordi e pensieri, le lettere saranno intercalate dalle romanze scritte dal Maestro – dalle romanze da camera alle arie d’opera – eseguite dal soprano Angela Gandolfo accompagnata al pianoforte dal Maestro Roberto Barrali. La scelta del repertorio, a volte inusuale, oltre a fare dello spettacolo un riuscito e non banale omaggio a Verdi, apre una parentesi di grande intimità sulla figura del Maestro, evidenziando anche nella sua opera giovanile quella genialità compositiva che sarebbe sbocciata da lì a poco, rendendolo celebre in tutto il mondo.

Davvero elevata la caratura degli interpreti, a cui è affidato l’affascinante compito di far rivivere questo Verdi in una chiave “romantica”: Angela Gandolfo, giovane soprano lirico che ha cantato in Italia e all’estero insieme a grandi voci della lirica come Michele Pertusi e che sta intraprendendo una luminosa carriera.

La Cetra d’Apollo” è una rassegna nata dalla collaborazione della Fondazione Castello di Padernello con l’associazione Parma OperArt, direzione artistica di Eddy Lovaglio, con il sostegno di Cassa Padana B.C.C., e prevede tre appuntamenti concertistici con la grande musica e si concluderà il 9 luglio con l’opera lirica “Elisir d’amore” di G. Donizetti.

CONDIVIDI
Laura Simoncelli
Dopo il diploma di liceo scientifico, si laurea all’Univeristà Cattolica di Brescia nel 2004 in Lettere e Filosofia. Collabora con Fondazione Civiltà Bresciana e Bresciaoggi con stesura di articoli sportivi, cronaca e tempo libero. Dal 2004 al 2017 fa parte della redazione di popolis. E’ docente di italiano e storia presso le scuole medie e superiori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *