Tempo di lettura: 1 minuto

Tre giorni che cambiarono la Storia. Tre giorni, tra il 25 e il 27 aprile 1994, quando il Sudafrica tenne le sue prime elezioni multirazziali. Erano trascorsi 350 anni di dominio dei bianchi sui neri, quasi 50 anni di segregazione razziale e di violenze e l’African National Congress (ANC), guidato da Nelson Mandela stava per stravincere le elezioni e a governare il paese.

Sarà lui, Nelson Mandela – storico leader liberato dopo quasi 27 anni di prigionia l’11 febbraio 1990 – a diventare il mito del nuovo corso della storia sudafricana.

Il suo partito conquistò il 62,6% dei consensi con 252 su 400 seggi all’Assemblea Nazionale e 60 su 90 seggi al Senato. Il Partito “dei bianchi”, il National Party guidato da Frederik de Klerk ottenne 82 seggi su 400 e poco più del 20% dei voti.

Il 10 maggio 1994 il Parlamento votò la nomina di Nelson Mandela a Presidente del Sudafrica. Alla fine del mandato nel 1999, Mandela non si ricandidò.

Nell’infografica qui sotto, firmata dai creativi di Stampa Print, la storia straordinaria di Nelson Mandela, premio Nobel per la pace nel 1993 e scomparso a 95 anni nel 2013.

CONDIVIDI
La Redazione
Siamo a Leno (Brescia) presso il Centro Polifunzionale di Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo. Se volete, venite a trovarci. Vi offriremo un caffè e faremo due chiacchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *